--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Marta - La decisione di Lacchini fa discutere - Martedì 13 si preannuncia una seduta calda di consiglio comunale

Lucia Catanesi fuori dalla giunta, il sindaco “sfiducia” la sua vice

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Lucia Catanesi

Lucia Catanesi

Marta – Il sindaco Maurizio Lacchini

Marta – Il sindaco Maurizio Lacchini

Marta – Lucia Catanesi fuori dalla giunta. Il sindaco di Marta Maurizio Lacchini “sfiducia” la sua vice, revocandole le deleghe a Lavori pubblici, Urbanistica e Protezione civile.

Un terremoto politico in riva al lago di Bolsena. E la seduta di consiglio del prossimo 13 novembre si preannuncia particolarmente calda. In quell’occasione, Catanesi chiederà le ragioni di questa scelta piuttosto netta.

“Io sono in amministrazione – spiega Catanesi, per due volte sindaca di Marta – perché i cittadini mi ci hanno voluto. Ho portato in tutto circa 240 preferenze, su un totale di circa 550, presi da tutta la lista. Sono i cittadini ad avermi voluto”.

Alle amministrative 2016 si presentarono in cinque per la carica di sindaco, un numero consistente per un comune come Marta. Lacchini vinse con il 24,37% e 562 preferenze.

Le ragioni del primo cittadino non le comprende. “Non le capisco – continua Catanesi – martedì le chiederò in consiglio comunale. Non sono più in giunta, ma continuerò lo stesso il mio mio lavoro, a stretto contatto con i cittadini”. Se ancora in maggioranza o dall’opposizione, questo è da decidere.

“Lo valuterò – osserva Catanesi – voglio capire il senso di mandare via i tuoi e magari cercare voti dalla minoranza”.

Catanesi non è il primo assessore a perdere le deleghe. È già successo a un’altra e pare che un terzo stia per subire la stessa sorte. Mentre voci danno per certo l’arrivo in maggioranza di un esponente FdI. In un’amministrazione di centrosinistra.

Per queste ragioni, la prossima seduta si preannuncia parecchio vivace.

10 novembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR