--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Turismo - L'idea dell'assessore De Carolis - Biglietto unico che comprenda anche museo civico e altri siti

“Palazzo dei Priori e teatro dell’Unione a pagamento”

Condividi la notizia:

Marco De Carolis

Marco De Carolis

Chiara Frontini

Chiara Frontini

Viterbo – (g.f.) – “Palazzo dei Priori e Unione a pagamento”. Turismo a Viterbo, per l’assessore Marco De Carolis, aumentare le presenze passa anche dal mettere in rete quello che d’interessante c’è da vedere in città. Compreso il palazzo comunale.

“Si potrebbe – osserva De Carolis – predisporre un biglietto unico, che comprenda il museo civico, ma anche palazzo dei Priori, il teatro Unione e altro ancora. Creando un circuito, un percorso per i visitatori”.

Tante idee da mettere a fuoco. Lo spunto è arrivato da Chiara Frontini (Viterbo 2020) che in seconda commissione ha riportato un suo cavallo di battaglia, collegare il capoluogo ai territori periferici, gli ex comuni, da Roccalvecce a Celleno, passando per Sant’Angelo e ovviamente, San Martino al Cimino e Bagnaia.

Con un obiettivo: “Far rimanere sul territori il più possibile i turisti – osserva Frontini – garantendo un’offerta più ampia. Oggi i visitatori arrivano attratti da eventi e va benissimo, ma va sviluppata una politica che favorisca una presenza per tempi più lunghi, è un obiettivo strategico”.

Quella di una rete è una possibilità. De Carolis è d’accordo, e Giulio Marini (FI) vorrebbe che le frazioni si caratterizzassero, con le loro peculiarità.

“Siamo d’accordo – spiega De Carolis – sul fatto che la permanenza vada aumentata. Non c’è dubbio. Anche se vedo che in parte sta già accadendo.

Sul Natale non registriamo un mordi e fuggi. Un paio di giorni, soprattutto nel fine settimana, le famiglie si fermano.

Esistono pacchetti, vogliamo lavorare anche in sinergia con i comuni della Francigena a nord di Viterbo”.


Condividi la notizia:
19 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR