--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - Dopo il 2-2 rocambolesco contro il Trapani l'allenatore della Viterbese accusa la scarsa tenuta fisica della squadra, comunque in ripresa rispetto alle prime uscite

Sottili: “Chi c’era prima non ha lavorato bene? E’ un dato di fatto”

di Samuele Sansonetti
Sport - Calcio - Viterbese - Stefano Sottili con Zivko Atanasov e Francesco De Giorgi

Sport – Calcio – Viterbese – Stefano Sottili con Zivko Atanasov e Francesco De Giorgi

Sport - Calcio - Viterbese - Alessandro Polidori

Sport – Calcio – Viterbese – Alessandro Polidori

Sport - Calcio - Viterbese - Fabrizio Roberti

Sport – Calcio – Viterbese – Fabrizio Roberti

Viterbo – Molte volte, le sorti del calcio, sono decise dagli episodi.

Il filo tra una prestazione eccellente e una da dimenticare è sottile. Molto spesso passa da una parata al posto di un gol subito o da un rinvio verso un attaccante invece che sui piedi di un avversario che dà il via all’azione da rete.

La partita della Viterbese vista ieri va letta in questo senso: settanta minuti perfetti e venti in affanno, durante i quali sono arrivate due reti di Evacuo che hanno pareggiato il conto della doppietta messa a segno da Polidori.

Se l’indecisione di Forte fosse stata su un gol subito anziché su entrambi, se Roberti l’avesse chiusa invece di mangiarsi il 3-0 o semplicemente se uno dei due tiri di Evacuo avesse colpito il palo, in questo momento si parlerebbe di una Viterbese superlativa, capace di soffrire e finalmente rinata dopo alcune giornate di blackout.

I se e i ma, nel pallone come nella vita, contano poco e il risultato reale parla invece di una squadra tonica e grintosa per 70 minuti e decisamente da rivedere nei venti finali, complice un calo fisico evidente e due errori grossolani del portiere calabrese. Volendo guardare il bicchiere mezzo pieno si può dire che rispetto alle ultime uscite la squadra laziale ha fatto non uno, ma almeno tre passi in avanti su approccio alla gara, gol segnati e condizione fisica, seppur la tenuta non è ancora tarata per l’intero match.

Sono molto soddisfatto di quello che la squadra è riuscita a fare per i primi 70 minuti – ha spiegato Stefano Sottili nel postpartita –. Purtroppo già a inizio ripresa non riuscivamo a tenere i ritmi dell’avversario e abbiamo sbagliato il gol del 3-0 con Roberti. Nel finale era prevedibile il ritorno di una squadra forte come il Trapani, che in panchina ha giocatori in grado di incidere. Lo dico senza problemi: con una condizione fisica diversa l’avremmo vinta tranquillamente. Chi c’era prima non ha lavorato bene? E’ un dato di fatto. Fin quando siamo riusciti a correre abbiamo messo in difficoltà una delle squadre migliori del campionato”.

Dopo le critiche di Piero Camilli anche quelle di Stefano Sottili dunque. Contro la passata gestione rea di aver trascurato e non poco la condizione atletica dei calciatori.

La questione non riguarda sono quelli che hanno subito infortuni più o meno gravi – ha concluso l’allenatore –. Per loro il discorso è diverso e un calo fisico ci può stare. Il problema è la condizione non ottimale dei calciatori che fino a questo momento sono stati sempre disponibili e non reggono i novanta minuti. La situazione è delicatissima, ci vorrà tempo e tanto lavoro. Polidori? Ha chiesto il cambio e sarà valutato domani (oggi, ndr) ma non credo sia niente di grave. Saraniti? Ha avuto una lesione muscolare e non ci sarà nemmeno mercoledì. Torneremo subito in campo col Bisceglie praticamente con il solo allenamento di martedì per mettere a punto nuove idee. Quando hai una settimana per lavorare hai tempo per crescere anche fisicamente. Quando giochi ogni tre giorni no”.

Visto il recupero di mercoledì la squadra tornerà a lavorare già da oggi con una seduta defaticante in programma a Grotte di Castro. Domani sarà già il tempo della rifinitura e dopodomani, a partire dalle 14,30, dell’incontro interno contro il Bisceglie, che ieri pomeriggio ha perso 2-0 con la Juve Stabia.

Samuele Sansonetti


Serie C – girone C
la 14esima giornata
sabato 24 novembre

Catanzaro – Cavese 1-1
Reggina – Rieti 3-2
Viterbese – Trapani 2-2
Juve Stabia – Bisceglie 2-0
Monopoli – Matera 1-0
Paganese – Vibonese 1-1
Potenza – Virtus Francavilla 3-1
Rende – Casertana 0-1
Siracusa – Sicula Leonzio 0-0


Serie C – girone C
la classifica

SquadraPTGVPSGFGSDR
Juve Stabia3213103029623
Rende271491422139
Trapani261383222814
Catania241273219118
Catanzaro241373319910
Casertana211356219136
Vibonese211363414113
Potenza201355318135
Monopoli18125521486
Sicula Leonzio18145361013-3
Cavese14123541114-3
Reggina14124261116-5
Virtus Francavilla13124171422-8
Siracusa12134181318-5
Bisceglie1113256815-7
Rieti10133191025-15
Paganese4130491233-21
Matera312327917-8
Viterbese27025311-8
3 dicembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR