--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Corinaldo - Gli inquirenti indagano su chi possa aver usato lo spray e sul numero di persone nel locale

Tragedia in discoteca, morti cinque ragazzini e una mamma

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Daniele Pongetti, 16 anni

Daniele Pongetti, 16 anni

Mattia Orlandi, 15 anni

Mattia Orlandi, 15 anni

Asia Nasoni, 14 anni

Asia Nasoni, 14 anni

Eleonora Girolimini, 39 anni

Eleonora Girolimini, 39 anni

Corinaldo – Un bilancio drammatico quello della tragedia di Corinaldo. Sei i morti. Tre ragazze, due ragazzi e una mamma che aveva accompagnato la figlia di undici anni. Almeno un centinaio i feriti. Tutti giovani e giovanissimi, tra i 14 e i 20 anni, che si erano dati appuntamento alla discoteca “Lanterna Azzurra”, in provincia di Ancona, per assistere al concerto del trapper Sfera Ebbasta. Al momento sono 12 i codici rossi, di cui 7 in pericolo di vita, 45 codici verdi e 9 codici gialli. Proclamato il lutto cittadino a Corinaldo e a Senigallia.

Le sei vittime sarebbero morte schiacciate dalla calca mentre tentavano di scappare dal locale probabilmente dopo che qualcuno aveva scatenato il panico con uno spray urticante.

La folla si sarebbe accalcata all’uscita di sicurezza su un ponticello di collegamento tra il locale e il parcheggio. La tragedia è avvenuta in quel punto: quando i ragazzi sono usciti di corsa dalla discoteca, decine di loro si sono accalcati per passare sul ponticello fino a quando una balaustra ha ceduto. 

Le vittime sono Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia.

Con loro ha perso la vita anche Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia. Mamma, aveva accompagnato la figlia undicenne a vedere il concerto del suo idolo. La donna è rimasta schiacciata sotto la folla, mentre sua figlia è riuscita a salvarsi. 

“Non ce la faccio a dire niente – commenta il marito di Eleonora Girolimini -. Solo che quattro figli sono rimasti senza la loro mamma e uno di loro prende ancora il latte. Parlerò più avanti per dire quello che è successo lì dentro. Non era un concerto ma una discoteca strapiena di gente e piena di alcolici. Il concerto doveva iniziare alle 22 e invece non iniziava. Porti tuo figlio lí ed erano tutti ubriachi”.

Molti dei partecipanti all’evento erano di Senigallia. Il concerto si sarebbe dovuto svolgere durante durante la festa che coinvolgeva i 5 istituti superiori della cittadina marchigiana.

La più giovane tra le vittime è la quattordicenne Asia Nasoni, promessa della ginnastica artistica femminile. Anche Daniele Pongetti era uno sportivo. Figlio di un dipendente comunale, giocava a calcio nella As Senigallia. Anche Emma Fabini aveva solo quattordici anni ed era figlia del titolare di una parafarmacia di uno dei centri commerciali della zona. 

A causare il panico e la conseguente ressa sembrerebbe essere stata una sostanza urticante spruzzata con uno spray al peperoncino. Gli inquirenti stanno indagando su chi possa aver azionato lo spray. Contemporaneamente resta da chiarire il numero delle persone presenti nel locale al momento della tragedia. Sembrerebbe che la discoteca fosse sovraffollata. I biglietti venduti potrebbero essere infatti un quantitativo nettamente superiore a quello stabilito per legge. “Circa 1400 a fronte di una capienza di 870 persone circa”, ha detto il procuratore capo di Ancona, Monica Garulli.


Articoli: Panico in discoteca, 6 morti nella calca – Tragedia in discoteca, a cedere un ponticello tra il locale e il parcheggio – Talucci (Silb): “Un minuto di silenzio nei locali per le vittime della Lanterna Azzurra”

8 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR