--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'assessore regionale Alessandri all'incontro FIlca Cisl su infrastrutture - Dura presa di posizione di Battistoni (FI) e Panunzi (Pd) sui ricorsi che bloccano i lavori

“Trasversale, entro dicembre apre il tratto fino a Monte Romano”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Viterbo – (g.f.) –  “Trasversale, a dicembre inauguriamo il tratto fino a Monte Romano”. La data definitiva ancora non c’è, ma l’assessore ai Lavori pubblici della regione Mauro Alessandri conferma che ormai per gli altri sei chilometri della Orte – Civitavecchia ci siamo.

Il 5 si chiudono i collaudi. Per il rimante tratto è buio pesto. Al convegno “Colleghiamo la Tuscia” voluto da Filca Cisl parlano in molti. Di occasioni per il territorio. Da cogliere e quelle perse.

Francesco Agostini, segretario Filca Cisl Lazio Nord, punta su quello che definisce il vergognoso anniversario della trasversale. A breve l’incompiuta compirà 50 anni. E ce ne vorranno almeno altri quindici per arrivare da Monte Romano a Civitavecchia. Calcolando i ricorsi, quelli in corso e quelli annunciati.



“Bisogna fare i conti con i tribunali – osserva l’assessore Alessandri, non si possono risolvere con un atto d’imperio le situazioni”. E prova a guardare l’altra faccia dell’infinita vicenda.

“Il tratto da Cinelli a Monte Romano aveva un tempo di previsto di 750 giorni, lo consegnamo dopo 760, dieci in più”. Un piccolo miracolo.

Fabio Belli dell’Ance fa il doloso elenco delle incompiute. Lungo. “Trasversale, ferrovia – dice Belli – aeroporto, raddoppio della Cassia, infrastrutture sociali, ospedale di Belcolle, centro fieristico, ex Terme Inps”. Chi può si metta le mani nei capelli. Forse perché Mauro Rotelli, deputato FdI, tecnicamente non può farlo, preferisce pensare e parlare positivo.

Mauro Alessandri

“Basta piangerci addosso – osserva Rotelli – stiamo portando avanti una battaglia per l’alta velocità a Orte e vedo tutti attorno allo stesso tavolo e se le infrastrutture scarseggiano, c’è chi si rimbocca le maniche.

A Valentano, due artigiani ogni giorno confezionano 500 borse Chanel e stanno ampliando l’attività. A Canino si producono occhiali in legno. La filastrocca degli anni persi non ce la raccontiamo più.

Diamoci da fare, perché nel frattempo c’è chi va avanti, conquistando pezzi di mercato”.

E poi c’è chi si oppone a suon di ricorsi al completamento della trasversale. “Non ha ragione – osserva il consigliere regionale Pd Enrico Panunzi – e non si può sempre seguire chi urla. Chi governa deve capire che c’è tanta gente in giro silenziosa e che non la pensa allo stesso modo di questi. Non ha ragione chi urla di più, altrimenti sarebbe una barbarie.

Sono stato da solo a un incontro del gruppo che si oppongono al tracciato. Ho notato una supponenza etica e di competente da far paura. Raramente una persona che capisce mi ha fatto presente di capire tanto”. Si dovrebbe capire in automatico.

Il convegno Filca Cisl sulle infrastrutture

Il sindaco Giovanni Arena è impegnato nel recuperare i 17 milioni del bando periferie ed è certo che a gennaio qualcosa di muoverà, mentre il rettore Tunisi Alessandro Ruggieri collega l’ateneo alla viabilità. Collegamenti migliori uguale più studenti.

Fortunato Mannino, segretario provinciale Cisl ricorda la manifestazione del 17 dicembre 2010, quando su spinta del sindacato, all’imbocco della superstrada si riaccese l’attenzione sull’arteria. E dal canto suo, il senatore Francesco Battistoni (FI) osserva come milioni d’investimenti degli italiani non possono essere condizionati da privati che hanno presentato ricorso.

“Qui stasera ci siamo tutti – osserva Battistoni – ogni partito. Tutti tranne uno. Ci sarà un perché”. Andando per esclusione, mancano i 5 stelle. Si sarà riferito a loro? Chissà.

Enrico Panunzi e Umberto Fusco

Chiude Umberto Fusco. C’è la trasversale, ma l’esponente della Lega vola alto. L’aeroporto. Obiettivo, ottenere il via libera alla pista del Fabbri ai voli civili e non solo militari.

Poi una virata sul personale. In sala c’è il direttore generale Asl, Donetti. “Sono stato a Belcolle – osserva Fusco – gli addetti non mi hanno riconosciuto, trattandomi come tutti gli altri, benissimo. Di solito sulla sanità sono critico, ma in questo caso devo fare i complimenti”.

Almeno si chiude con una nota positiva, l’incontro moderato da Fabio Turco, segretario generale Filca Cisl Lazio.

1 dicembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR