Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ispra - Con l'80,4% di differenziata, precede Oriolo Romano e Corchiano - In coda Arlena di Castro

Rifiuti, Capranica maglia rosa della Tuscia

di Alessandro Castellani
Condividi la notizia:

Capranica

Capranica

Viterbo – È Capranica il comune della provincia di Viterbo che differenzia meglio.

Lo dice il Catasto nazionale dei rifiuti dell’Ispra, aggiornato a dicembre 2018, che certifica il primato della città capranichese con una percentuale di differenziata dei rifiuti urbani pari all’80,4%: 1862 tonnellate sulle 2316 prodotte in totale nel 2017.

Una crescita irresistibile, quella di Capranica, che in appena tre anni è passata dal 9,3% e il 51esimo posto al successo di oggi. La città è anche l’unica della Tuscia a mantenersi sotto la soglia dei 75 chili pro capite all’anno di rifiuto indifferenziato.

Al secondo posto nella classifica provinciale c’è Oriolo Romano, comune che l’anno scorso, col 77,2%, era riuscito a primeggiare e invece adesso, pur salendo ulteriormente al 77,3%, deve accontentarsi della piazza d’onore. Un risultato che comunque conferma l’efficienza del sistema di raccolta dei rifiuti oriolese.

Completa il podio Corchiano, altro comune già da anni tra i più virtuosi della provincia (era al primo posto nel 2015), con il 72,3%.

Tra i centri più popolosi, il risultato migliore lo fa registrare Civita Castellana, col 72,0%. Bene anche Montefiascone (71,9%) e Fabrica di Roma (69,8%). Il capoluogo Viterbo è al 52,5%.

A fondo classifica due comuni di piccole dimensioni: Arlena di Castro e Tessennano, entrambi allo 0,5%. Ma performance molto negative arrivano anche da Orte (4,9%) e Sutri (7,4%).

I dati sulla produzione e sulla raccolta differenziata dei rifiuti urbani sono reperiti da Ispra attraverso l’invio di questionari ad Arpa, regione, provincia, osservatori regionali e provinciali sui rifiuti e con altre procedure.

Alessandro Castellani


Condividi la notizia:
1 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR