--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Capranica - Il gruppo di maggioranza "Senza Frontiere" risponde al consigliere comunale di "Per migliorare Capranica"

“Virgili ignora che il comune non deve passare a Talete, ma c’è già dal 2010”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Capranica

Capranica

Capranica – Riceviamo e pubblichiamo – In relazione all’ultima ed ennesima comparsata del consigliere comunale Francesco Virgili non si può questa volta restare silenti, vuoi perché chiamati direttamente in causa come amministrazione, vuoi perché ancora una volta si corre il rischio di dare notizie false e i cittadini vengono “strumentalizzati” per il solo fine di “apparire”.

Il consigliere, volendo parlare di tematiche importanti, questa volta travalica il buon gusto e come al solito la verità dei fatti e inventa, con ricostruzioni fantasiose e offensive dell’intelligenza delle persone.

Se mai avesse davvero avuto a cuore questi temi così importanti avrebbe potuto, per le prerogative riconosciute e concesse ad ogni consigliere comunale, ottenere immediatamente a mezzo semplice colloquio, tutti i chiarimenti voluti, ma la sindrome da palcoscenico è evidentemente preminente. Soprassedendo comunque sulle ormai classiche uscite del consigliere, è bene chiarire e confutare le informazioni apparse a mezzo stampa.

Il consigliere ignora che il comune di Capranica non deve passare a Talete ma c’è già dal 2010. Il consigliere ignora che il comune di Oriolo Romano è in Acea. Il consigliere ignora che il comune di Sutri non è ancora in Talete anche se avrebbe dovuto come tanti altri comuni passare alla società partecipata pubblica in base alle disposizioni di legge vigenti.

Il consigliere ignora che le bollette non verranno discusse in comune in base alla legge regionale numero 6 del 22/01/1996 Individuazione degli ambiti territoriali ottimali e organizzazione del servizio idrico integrato in attuazione della legge 5 gennaio 1994, n. 36 e che il rincaro sulle bollette del 7,6% nel 2019 è in funzione dell’ottenimento di un finanziamento da 35 milioni di euro dall’Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente), che “permetterà di risolvere parecchi problemi legati agli sprechi e alla qualità dell’acqua, e quindi di risparmiare in maniera sostanziale negli anni successivi”.

Il consigliere ignora che esiste il comitato di rappresentanza della conferenza locale per la sanità e che lo stesso si sta occupando non solo dell’ospedale di Ronciglione ma anche di quello di Montefiascone. A tal proposito lunedì 14 gennaio il comitato si riunirà proprio per affrontare la questione.

Il consigliere ignora che ad oggi non è più capogruppo di nessuno se non di sé stesso, considerato che il Gruppo consigliare della lista “Per migliorare Capranica” si è sciolto e due consiglieri di minoranza che ne facevano parte hanno costituito un gruppo autonomo misto.

Ora, l’ignoranza dei fatti non è una colpa certamente, ma se da questa ignoranza si fanno derivare, per altro per la sola voglia di apparire, informazioni sbagliate, allora la cosa è grave e non può essere sottaciuta. Invitiamo pertanto il consigliere comunale al maggior rispetto del mandato affidatogli e a informarsi meglio”.

Gruppo di maggioranza “Senza Frontiere”


Condividi la notizia:
12 gennaio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR