Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - I cavalieri dell’Ordine Equestre del santo Sepolcro di Gerusalemme piangono il confratello don Angelo Gargiuli

“Aveva un’impagabile disponibilità e dava un prezioso sostegno spirituale”

Condividi la notizia:

Don Angelo Gargiuli in una cerimonia del mese di maggio 2017

Don Angelo Gargiuli in una cerimonia del mese di maggio 2017

Viterbo – Riceviamo e pubblichiao – Oggi risuona su tutte le testate giornalistiche la notizia della scomparsa di don Angelo Gargiuli che il prossimo 28 aprile avrebbe compiuto 92 anni.

Ordinato sacerdote il 29 giugno 1952, ha celebrato la prima messa nella sua Tuscania. Particolarmente noto e amato nella nostra Viterbo nella veste di parroco di Santa Maria Nuova, mandato ricevuto da S.E. Mons. Adelchi Albanesi, vescovo di Viterbo, i Cavalieri e le Dame della Delegazione di Viterbo dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme lo ricordano e lo piangono per la sua impagabile disponibilità e per il prezioso sostegno spirituale offerto a tutti i confratelli.

Infatti, il Reverendo Comm. Don Angelo Gargiuli, anch’egli Cavaliere dell’Ordine Cavalleresco Vaticano, è stato Priore della Delegazione di Viterbo per oltre 25 anni. Nel 2017, proprio per motivi di età, ha chiesto di lasciare tale incarico che è stato assunto da S.E. Rev.ma Mons. Gr. Uff. Lino Fumagalli, come da determinazione delle autorità superiori della Luogotenenza per l’Italia Centrale, sentito il Gran Magistero.

Una testimonianza tangibile dell’operato di Don Angelo, nella sua veste di Priore, la troviamo indelebile in una epigrafe sormontata dalla Croce dell’Ordine, all’interno della chiesa di San Silvestro (detta del Gesù), sulla destra dell’ingresso, a fianco di un affresco quattrocentesco raffigurante Sant’Antonio Abate.

Recita l’epigrafe: I Cavalieri e le Dame dell’Ordine Equestre / del S. Sepolcro di Gerusalemme / Delegazione di Viterbo ebbero assegnato / questo tempio come sede da Sua / Ecc.za Rev.ma Mons. Fiorino Tagliaferri / Vescovo di Viterbo / Ne presero consegna il preside del Lazio / Conte Comm. Mario Cantuti Castelvetri / il Delegato di Viterbo Conte Cav. Massimo / Ruspantini il Rev. Don Angelo Gargiuli / assistente spirituale della Delegazione / Viterbo 24 gennaio 1988.

Ordine equestre del santo Sepolcro di Gerusalemme


Condividi la notizia:
28 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR