Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Subito dopo palazzo Farnese a Caprarola che è in testa per quanto riguarda gli incassi - Entrambi sono tra i primi cento a livello nazionale - Sono al 71esimo e 72esimo posto - Appena 11856 presenze per il museo nazionale Etrusco - Il Colosseo rimane il numero uno in Italia, seguito da Pompei e Uffizi

E’ Villa Lante il bene culturale statale più visitato della Tuscia

Condividi la notizia:

Bagnaia - Villa Lante

Bagnaia – Villa Lante

Palazzo Farnese

Palazzo Farnese a Caprarola

Una delle sfingi del Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz

Una delle sfingi del Museo nazionale Etrusco alla rocca Albornoz

Viterbo – E’ Villa Lante a Bagnaia il bene culturale statale più visitato della Tuscia.

Il ministero per i Beni e le attività culturali (Mibac) ha stilato la classifica dei primi 575 beni culturali statali più visitati. Diverse le realtà viterbesi presenti.

Villa Lante a Bagnaia si colloca a livello nazionale al 71esimo posto con 79.547 visitatori nel 2018 con un calo del -11,55%. In calo anche gli introiti che sono pari a 189.594 euro (-5,70).

Subito dopo, al 72esimo posto, palazzo Farnese a Caprarola che è in crescita su tutti i fronti. La meraviglia del Vignola ha totalizzato nel 2018 79.117 visitatori (+ 11,37%). L’incasso è stato di  237.734 euro (+ 5,17%).

Alla 111esima posizione si colloca la necropoli di Monterozzi  a Tarquinia con 41.465 visitatori  (-7,38%),  97.203 euro di incassi (-5,37).

Quarto bene culturale per numero di visite nella Tuscia il santuario Della Madonna della Quercia con 37.350 visitatori con ingresso gratuito. A livello nazionale si colloca alla 120esima posizione. Arriva poi, appena al 243esimo posto, il  museo nazionale Etrusco di Rocca Albornoz: 11.856 visitatori (+13,42%), incasso 19.277 euro (+12,). Appena 32 visitatori al giorno per uno dei musei più importanti in Italia per quanto riguarda gli Etruschi. Numeri talmente piccoli da essere poco significati, anche se c’è un incremento.

Ci sono poi Tuscania con la splendida chiesa romanica di Santa Maria Maggiore con 11.500 visitatori con ingresso gratuito (-22,30%). Posizione 247 in Italia. 9.125 (-12,93% e 268 posizione ) sono i visitatori della basilica di S. Francesco a Viterbo. Questi i beni culturali più visitati della Tuscia.

“Musei e siti archeologici statali sono stati visitati, nel 2018, da oltre 55 milioni di persone (55.504.372) – spiega in una nota il Mibac), con un incremento superiore ai cinque milioni rispetto all’anno solare 2017 (50.169.316).
L’incremento riguarda sia gli ingressi a pagamento, 24.938.547 nel 2018, 24.068.759 nel 2017, sia, in misura maggiore, gli ingressi gratuiti che passano da 26.100.557 del 2017 a 30.565.825 del 2018.

In ragione dell’aumento dei visitatori si è registrato anche un incremento degli incassi lordi. Si è così passati dai 193.915.765 euro euro del 2017 ai 229.360.234 del 2018 con un segno più di ben 35.444.469 milioni di euro.

Per quanto riguarda i singoli ingressi il sito statale più visitato resta saldamente l’area Colosseo – Foro Romano – Palatino che fa segnare un +8,73% passando da 7.036.104 visitatori del 2017 a 7.650.519 del 2018.

Al secondo posto l’area archeologica di Pompei che aumenta il numero di visitatori del 7,78% passando da 3.383.415 ingressi a 3.646.585 del 2018.

Terza la galleria degli Uffizi con il Corridoio Vasariano che fa registrare un leggerissimo decremento, dello 0,19%, calando da 2.235.328 a 2.231.071 visitatori.

Tra i 30 siti più visitati nel 2018 il maggior incremento è stato dei Musei Reali di Torino (+27,82), Palazzo Pitti a Firenze (+24,23%), le Grotte di Catullo e il museo archeologico di Sirmione (+18,83%) e il Giardino di Boboli a Firenze che risale la classifica fino ad essere il quinto sito più visitato in Italia con il suo +17,92.

Nella classifica dei primi 30 siti più visitati in Italia 8 si trovano nel Lazio, 6 in Campania, 5 in Toscana, 4 in Lombardia, 3 in Piemonte, 2 in Veneto e uno ciascuno in Puglia e Friuli Venezia Giulia”.


Condividi la notizia:
17 febbraio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR