Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - L'assessore Contardo alle prese con la stesura del documento che deve superare lo scoglio della giunta

“Il bilancio risente della crisi politica, invariata la pressione fiscale”

Condividi la notizia:

Enrico Maria Contardo

Enrico Maria Contardo

Viterbo – (g.f.) – Non aumenta la pressione fiscale, ma aumenta la tensione.

In comune s’avvicina il momento d’approvare il bilancio e se l’assessore al ramo Enrico Maria Contardo ha un’idea precisa sulla direzione da prendere: “Come amministrazione stiamo mantenendo invariata la pressione fiscale, non toccheremo niente”, dall’altra, con la frizzante situazione politica a palazzo dei Priori, l’approvazione dell’importante documento economico è tutt’altro che scontata.

In attesa di novità e della giunta programmata per giovedì, Contardo si è portato avanti con il lavoro. “Il bilancio del comune è abbastanza ingessato – osserva l’assessore leghista – a fronte di 62 milioni d’entrate, 58 sono rappresentati da spese fisse”.

Bilancio con pochi spazi di manovra, ma anche le discussioni nel centrodestra non hanno aiutato. “Il momento che sta attraversando l’amministrazione, le tensioni inevitabilmente si sono spostate anche nella predisposizione del bilancio. Per questo, è stato deciso di rispettare la programmazione degli assessori che sono usciti dalla giunta. Chiaro, non è una situazione facile, ma non è stato modificato nulla a livello di programmazione, proprio perché ho fiducia che tutto si risolva”.

Scorrendo le varie voci: “Il bilancio – osserva Contardo – garantisce i servizi ai cittadini, ma come disse l’ex ragioniere capo Quintarelli, copre le necessità ma lo fa in modo mediocre, non ci sono abbastanza fondi per coprire tutti i desiderata. Servirebbero maggiori entrate, garantite da più tasse, ma non è questo il nostro spirito e nemmeno quello del governo”.

Qualcosa c’è. “Dodici milioni in investimenti – anticipa Contardo – finanziamenti per la progettazione del piano periferie, un milione e 800mila euro per il completamento della scuola materna a Santa Barbara o 107mila euro per terminare il centro sportivo sempre a Santa Barbara”.

Quindi il depuratore: “Due milioni e 100mila euro, cui si aggiunge il milione per interventi su adeguamenti nelle scuole”.

Progetti in programma, qualcuno già sentito. E annunciato. “Soldi al cantiere aperto per il completamento della copertura all’Urcionio, la riqualificazione alla Fortezze e via dell’Abate, quindi il prato sintetico al campo al Pilastro, seicentomila euro per coprire gli appalti del verde pubblico in scadenza a metà aprile”.

Capitolo a parte, i Servizi sociali. “Quattro milioni e 200mila euro dalla regione per il sociale, un milione all’assistenza a minori – prosegue Contardo – un milione e 200mila euro alle Rsa e 970mila euro per l’assistenza domiciliare.

Ci sono poi, mezzo milione per l’Alzheimer e 700mila all’assistenza per i disabili. Questo è un settore che ha tante necessità”. Nessun rincaro delle imposte, anche se resta l’incognita Tari. “Molto dipenderà dal nuovo servizio di nettezza urbana, è tutto da vedere”. E prima ancora, da approvare c’è il bilancio. Entro la fine del mese.


Condividi la notizia:
12 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR