--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Interviene il movimento civico Viterbo 2020

“Piscina, vanno tutelati commercianti e utenti”

Condividi la notizia:

La piscina comunale di Viterbo

La piscina comunale di Viterbo

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo –  Nel corso dell’ultimo consiglio comunale abbiamo appreso di una nota inviata dalla Larus al sindaco in cui la società si diceva disponibile a riconsegnare la piscina al comune. Questo atto sembra segnare in maniera inequivocabile la parola “fine” su questa disastrosa fase gestionale della piscina, che ha portato all’attenzione di tutti non solo i pessimi risultati di uno sciagurato management ma anche la profonda incapacità da parte di questa amministrazione di occuparsi in maniera fattiva e risolutiva del problema che era sul piatto.

La parola “fine” non può però essere pronunciata per tutti i cittadini che, in questo fallimentare scenario, sono parte lesa: i dipendenti ancora senza stipendio da mesi, le attività commerciali ospiti della piscina e costrette a chiudere, i cittadini che hanno pagato le quote di adesione e infine l’intera città, che resta privata di un bene pubblico.

Anzitutto vogliamo ribadire forte e chiaro che il comune deve fare in modo che siano garantiti, in fase di trattativa per la restituzione dell’immobile, l’effettivo pagamento degli stipendi arretrati e della restituzione agli utenti di quella parte di quote d’iscrizione legate a servizi di cui gli utenti stessi non potranno usufruire.

Inoltre ci preme sottolineare che nulla vieta al comune di fare in modo che le attività commerciali presenti all’interno della struttura possano tranquillamente continuare la propria attività anche a piscina chiusa, semplicemente continuando a pagare il canone d’affitto direttamente nelle casse comunali.

Diversamente, sarebbe intollerabile che questa amministrazione lasci in mezzo a una strada, in tempi di crisi, commercianti e lavoratori unicamente per una mala gestione che si è reiterata per anni a causa di un’inspiegabile disponibilità e leggerezza di giudizio da parte di chi governa la città, come altrettanto intollerabile sarebbe il disinteressarsi di cittadini che, fidandosi di chi diceva “andrà tutto a posto” hanno versato somme per servizi che non avranno.

Siamo convinti che sindaco e giunta non vorranno unire agli evidenti danni anche la beffa del menefreghismo.

Movimento civico Viterbo 2020


Condividi la notizia:
22 marzo, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR