--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Presidente dell'Anpi contestato - Incredibile presa di posizione di Rifondazione comunista - VIDEO

“25 aprile, c’è stata anche una nota di folclore…”

Condividi la notizia:


Viterbo - La contestazione contro il presidente Anpi Enrico Mezzetti

Viterbo – La contestazione contro il presidente Anpi Enrico Mezzetti

Viterbo - La contestazione contro il presidente Anpi Enrico Mezzetti

Viterbo – La contestazione contro il presidente Anpi Enrico Mezzetti

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Si legge su certa stampa locale a caccia di scoop sensazionalistici che si sarebbe trattato di una celebrazione “cupa”, con “dure” contestazioni e – addirittura! – “un fischio” a “intermittenza” da una misteriosa “finestra”. Lasciamo agli almanacchi questi dettagli, e concentriamoci su quello che conta. Al contrario di quanto si legge, è stato un 25 aprile partecipato quello di quest’anno, come non se ne vedevano da tempo a Viterbo: in una splendida giornata di sole, a piazza del Sacrario si sono riunite associazioni studentesche, sigle sindacali e dell’associazionismo, forze politiche democratiche.

Segno che non si tratta di una mera ritualità archeologica. Si sono sentite parole equilibrate, da parte di sindaco e presidente della Provincia, e un vibrante appello alla vigilanza democratica da parte del presidente dell’Anpi Enrico Mezzetti, il quale ha denunciato il potenziale eversivo e xenofobo del discorso politico securitario e anti-immigrazionista, tanto più grave in una fase come questa, segnata da povertà e disuguaglianze.

Al termine dell’evento molti si sono fermati per tesserarsi al banchetto dell’Anpi e per intonare “Bella Ciao”, canzone-simbolo della tradizione contadina e della resistenza partigiana in Italia – poi assurta a inno delle lotte democratiche e socialiste in tutto il mondo, dalla Grecia alla Turchia, fino agli Stati Uniti.

C’è stata anche una nota di folclore, per la gioia dei cronisti: un intervento isolato di un signore di una certa età (apprendiamo dalla stampa: membro dell’“associazione Arma aeronautica”), che parte dal gazebo delle forze armate e, non si sa a che titolo, cerca di interrompere il discorso del presidente dell’Anpi con grida scomposte contro il carattere “politico” della celebrazione – salvo essere prontamente trascinato via dalle forze dell’ordine, nell’ilarità generale. C’è tempo per valutare se vi siano gli estremi per una denuncia, o per giudicare il significato dell’irrituale scioglimento delle righe del gruppetto di militari che presenziava all’evento. Oggi è un giorno di festa e ciò che conta è coltivare e nutrire la memoria dell’antifascismo, anche a Viterbo. In parte ha visto giusto, quel signore: politica la celebrazione del 25 aprile lo è, come lo è ogni lotta per la democrazia.

Roberta Leoni, Fiormichele Benigni
Rifondazione Comunista – Federazione Provinciale di Viterbo


Ovviamente ognuno ha le competenze che si merita. Ognuno ha le capacità ermeneutiche che si merita. Ognuno ha la conoscenza della storia e della costituzione che si merita. Ognuno ha le competenze linguistiche che si merita. Ognuno ha le competenze politiche che si merita. Se per voi il fatto gravissimo che è successo, la contestazione del presidente dell’Anpi Enrico Mezzetti, è un fatto folcloristico. Va bene così. 

Salvini e c. vi ringraziano.

Ma prima di insegnare agli altri a fare il loro mestiere, i giornalisti in questo caso, bisognerebbe iniziare a far bene il proprio… e tentare di capire cosa succede nel mondo.

Povera sinistra italiana.

Infine mettetevi d’accordo con voi stessi: prima parlate di “nota folcloristica” e poi di “valutare se vi siano gli estremi per una denuncia”. Anche un bambino capirebbe che c’è qualche problema di contraddizione. 

Ma che dobbiamo fare, questa è la sinistra viterbese. Non a caso i risultati elettorali sono quelli che sono.

Carlo Galeotti


Condividi la notizia:
25 aprile, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR