Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Consiglio comunale - Chiara Frontini (Viterbo 2020) sull'emendamento della maggioranza con le somme modificate dopo essere stato sottoscritto dai capigruppo di maggioranza

“Atto manomesso, presenteremo denuncia”

Condividi la notizia:

Chiara Frontini

Chiara Frontini

Viterbo – (g.f.) – “Atto manomesso, presenteremo denuncia”. Inizia subito “bene” la seduta di consiglio comunale. Chiara Frontini (Viterbo 2020) torna sull’emendamento presentato dalla maggioranza per alienare beni e ricavarne fondi per progetti.

Quattro milioni di euro circa, fra gli immobili, anche l’ex chiesa della Pace, dove i facchini di santa Rosa effettuano le prove di portata e si riuniscono. Un errore, per il quale tutto il documento è stato ritirato. Non il solo problema.

Durante i lavori, ieri è emerso come come lo stesso emendamento, firmato dai capigruppo Bianchini (FdI), Marini (FI), Salcini (Lega) e Santucci (Fondazione), sia stato modificato.

A svelarlo, lo stesso Bianchini, ieri. Modificata la somma, da 19mila a 319mila euro, modificato anche il totale. A penna e dopo essere stato sottoscritto. Grave, secondo Frontini.

“Qualcosa di una gravità inaudita – spiega Frontini in apertura di consiglio – se è davvero accaduto, non credo che possa passare così. Non è possibile che sia stato manomesso un documento, una volta sottoscritto.

Per questo, va sporta denuncia. Noi lo faremo e auspichiamo che pure sindaco e presidente del consiglio lo facciano”: Dal canto suo, il segretario generale Puopolo ha fatto sapere che ottenuti tutti gli incartamenti, valuterà la segnalazione alle autorità competenti.

Per il resto, il secondo giorno di dibattito per gli emendamenti al bilancio inizia in modo stanco. Fino alle 11, riunione sospesa per trovare un’intesa sugli oltre settemila emendamenti presentati.

Si torna a palazzo dei Priori anche di sabato e qualcuno ha paventato la possibilità di sedute domenicali.

Tanta fretta, per Gianmaria Santucci (Fondazione) ha poco senso. “Non riusciremo mai a discutere tutti quelli proposti – osserva Santucci – del resto, ne mancano appena 6900, con la media di tre ore ciascuno, finiremo nel 2084”.

Alla ricerca di un’intesa, i lavori riprendono. Avanti tutta.


Condividi la notizia:
12 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR