--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Torino - Said Machaouat ha ammesso lʼomicidio di Stefano Leo presentandosi ai carabinieri

Delitto Murazzi, il killer: “Ero triste, volevo uccidere qualcuno felice”

Condividi la notizia:

Stefano Leo - Chi l'ha visto?

Stefano Leo – Chi l’ha visto?

Torino – “Ero triste, volevo uccidere qualcuno felice”. Ha confessato il killer di Stefano Leo.

Said Machaouat ha confessato domenica, consegnandosi ai carabinieri, l’omicidio di Stefano Leo, ucciso a Torino in riva al Po il 23 febbraio scorso. 

Voleva uccidere qualcuno e ha scelto Stefano Leo perché aveva più o meno la sua età. “Ho scelto, fra le tante persone che passavano, di uccidere questo giovane perché si presentava con un’aria felice – ha detto Said Machaouat agli inquirenti -. E io non sopportavo la sua felicità”.

 “Volevo ammazzare un ragazzo come me, togliergli tutte le promesse che aveva e toglierlo ai suoi amici e parenti”, ha aggiunto.

A occuparsi dell’omicidio anche la trasmissione Chi l’ha visto. Said Machaouat ha 27 anni, è di origine marocchina con cittadinanza italiana, ed è senza fissa dimora.

L’uomo avrebbe raccontato che da tempo non riusciva a uscire da depressione e tristezza a causa delle vicissitudini e della separazione dalla ex. Il giovane avrebbe dei precedenti per maltrattamenti in famiglia e sembrerebbe non aver mostrato nessun pentimento per l’omicidio. 

“Movente da brividi – ha detto il procuratore vicario di Torino, Paolo Borgna – La motivazione che ci viene raccontata fa venire freddo alla schiena”.

Proprio sul movente, comunque, sono in corso ulteriori indagini e accertamenti. 


Condividi la notizia:
1 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR