--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Fabrica di Roma - Il vescovo Romano Rossi durante i funerali dei due ragazzi morti domenica scorsa in un tragico incidente sulla Falerina

“La morte di Stefano e Pierpaolo è una catastrofe”

Condividi la notizia:


 

Fabrica di Roma - I funerali di Pierpaolo Bartoloni e Stefano Federici

Fabrica di Roma – I funerali di Pierpaolo Bartoloni e Stefano Federici

Fabrica di Roma - I funerali di Pierpaolo Bartoloni e Stefano Federici

Fabrica di Roma – I funerali di Pierpaolo Bartoloni e Stefano Federici

Fabrica di Roma - I funerali di Pierpaolo Bartoloni e Stefano Federici

Fabrica di Roma – I funerali di Pierpaolo Bartoloni e Stefano Federici

Fabrica di Roma – “Stefano e Pierpaolo sono due figli di questo popolo. Un popolo che oggi si sente comunità”.

Il duomo di Fabrica di Roma è pieno. La piazza di fronte pure. A celebrare i funerali è il vescovo di Civita Castellana Romano Rossi. La città è in lutto.

Per Stefano Federici e Pierpaolo Bartoloni, il 22enne e il 24enne che hanno perso la vita nell’incidente di domenica mattina sulla Falerina, la strada che collega i comuni di Fabrica di Roma e Civita Castellana dove i sindaci Mario Scarnati e Gianluca Angelelli hanno proclamato per il lutto cittadino.

Oggi pomeriggio i funerali al duomo di Fabrica di Roma dove Stefano e Pierpaolo vivevano. Assieme a loro centinaia di persone. Con loro anche i sindaci Mario Scarnati e Gianluca Angelelli.

“Ogni morte di un giovane – ha detto Rossi – è una catastrofe. Ma due insieme è proprio tanto. Due figli di questo popolo che più che mai oggi si sente comunità. Una comunità che trattiene il respiro. Quanta rabbia, quanta ingiustizia. Un popolo silenzioso ma mai indifferente e assente. Noi siamo qui, oggi, per questo. A mani nude, di fronte alla morte. Ma non avrà lei l’ultima parola”.

Domenica mattina, assieme ai due ragazzi deceduti, anche il loro amico Leonardo Marroni, il 22enne che era alla guida della Toyota Rav 4 che ha sbandato schiantandosi poi contro un pilone di cemento dell’elettricità all’altezza del chilometro 3,500. Il giovane è ricoverato in gravi condizioni al Gemelli di Roma nel reparto di rianimazione.

“Oggi vorremmo fermare il tempo – ha concluso il vescovo -, ma noi continueremo a ricordarli e cercarli. Oggi si fa appello alla comune umanità. Non siamo qui a rassegnarci. Gesù Cristo non è venuto a insegnarci la rassegnazione, ma la libertà e la speranza”.

L’incidente è avvenuto attorno alle 7,45 di domenica. I tre ragazzi erano diretti a Fabrica di ritorno dalla discoteca dove avevano passato la serata. Dopo aver accompagnato un quarto amico a casa e aver fatto colazione in un bar di Civita, l’incidente mortale che ha tolto la vita a due di loro. 


Media: Video: Frontale sulla Falerina, i funerali di Stefano e Pierpaolo – Fotocronaca: Mortale sulla Falerina, l’addio a Stefano e Pierpaolo


Condividi la notizia:
14 maggio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR