--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crisi in comune - La Lega reclama rimpasto di giunta e un segnale di discontinuità dopo l'exploit alle europee - Si moltiplicano le voci del passaggio nel gruppo del carroccio di Paola Bugiotti (FI)

Prima il rendiconto, poi la resa dei conti per l’amministrazione Arena

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Giovanni Arena e Umberto Fusco

Giovanni Arena e Umberto Fusco

Paola Bugiotti

Paola Bugiotti

Ludovica Salcini

Ludovica Salcini

Viterbo – Prima il rendiconto, poi la resa dei conti. Crisi in comune, se ne riparla a giugno.

Il rimpasto e la verifica per l’amministrazione guidata da Giovanni Arena, da dopo il voto per le europee si sposta di qualche giorno. Rinviata, non annullata. Anzi.

Dalla Lega, maggior azionista della maggioranza a palazzo dei Priori chiedono un segnale netto, una decisa inversione di rotta rispetto a quanto visto finora.

Il rendiconto, però, è salvo. Almeno sulla carta. Il 4 giugno sarà votato, anche perché a presentarlo è un assessore leghista, Enrico Maria Contardo.

Il programma, poi, prevede il turno di ballottaggio, il 9 giugno a Tarquinia e Civita Castellana, comuni in cui la Lega è in prima fila con propri sindaci candidati.

Ma superata quella data, ogni giorno è buono per la verifica al comune capoluogo. Addirittura già da lunedì 10 o martedì.

Dalla Lega per ora preferiscono mantenere i toni bassi. “Siamo consapevoli – dice il senatore Umberto Fusco – che serve una sterzata decisa, un cambiamento anche nella squadra e soprattutto linee da seguire, obiettivi da raggiungere”. Possibilmente entro metà giugno.

Di più, ufficialmente è difficile sapere. Fusco adotta per il comune la stessa linea di Matteo Salvini per il governo. Si va avanti, seppure a certe condizioni. Messaggi rassicuranti. Adesso.

Se poi il matrimonio fra Lega e Movimento 5 stelle dovesse naufragare prima del tempo, magari in autunno, tutto potrebbe succedere. Anche a Viterbo. Presto per dirlo.

La Lega a Viterbo, forte del risultato elettorale, il 41% alle europee, contro il 6% scarso di Forza Italia, partito del sindaco, vuole un cambiamento netto.

Intanto, Arena è marcato stretto. Sarà un caso, che ieri mattina all’inaugurazione del parcheggio alle Fortezze ci fosse ovviamente il primo cittadino e ovviamente l’assessora ai Lavori pubblici Laura Allegrini. Ma a fare loro “compagnia” c’era anche il consigliere comunale della Lega Valter Rinaldo Merli. Marcatura stretta, appunto.

Forse in attesa del nuovo assetto in maggioranza. Che include una presenza più incisiva in giunta. Oggi il Carroccio conta su due assessori, Claudio Ubertini (Urbanistica) ed Enrico Maria Contardo (Bilancio e vice sindaco), oltre alla presidenza del consiglio.

Considerando che il gruppo è formato da otto consiglieri, è scontato che la capogruppo Salcini possa reclamare (per sé o per altri) qualcosa in più. Anche perché la “famiglia” potrebbe crescere a breve, con l’arrivo di un altro di consigliere.

Le indiscrezioni circolano da tempo, tanto da non essere più un segreto. Paola Bugiotti, da Forza Italia sarebbe in procinto di spostarsi nella Lega, portando i leghisti in consiglio comunale a dieci.

Le prossime ore saranno importanti per capire il destino dell’amministrazione Arena. Sono in programma incontri all’interno della Lega.

La resa dei conti, in fin dei conti è arrivata.

Giuseppe Ferlicca


 – Battistoni, Marini e Arena, qual buon vento li porta a piazza del Comune?


Condividi la notizia:
31 maggio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR