--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - Dopo Zavaglia il numero uno gialloblù incontra l'ex presidente dell’Avezzano, accompagnato ad Acquapendente da tre collaboratori

Cessione della Viterbese, Paris alla Ilco da Camilli

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Gianni Paris alla Ilco

Sport – Calcio – Gianni Paris alla Ilco

Sport - Calcio - Gianni Paris e i suoi collaboratori alla Ilco

Sport – Calcio – Gianni Paris e i suoi collaboratori alla Ilco

Sport - Calcio - Piero Camilli accoglie Gianni Paris e i suoi collaboratori alla Ilco

Sport – Calcio – Piero Camilli accoglie Gianni Paris e i suoi collaboratori alla Ilco

Acquapendente – Sono giorni frenetici in casa Viterbese.

L’incertezza sul futuro del club la fa da padrone. E nonostante i tentativi di smentita da parte dei “distratti” il presidente Piero Camilli continua a incontrare possibili acquirenti.

Dopo Franco Zavaglia, intermediario di due imprenditori romani che hanno visto la loro proposta rigettata seduta stante, oggi è la volta di Gianni Paris, che attorno alle 17 ha raggiunto la sede della Ilco ad Acquapendente accompagnato da tre collaboratori. Presente anche l’attuale direttore generale Diego Foresti.

Il motivo della visita non è ufficiale ma è facile ipotizzare che l’imprenditore abruzzese, ex presidente dell’Avezzano, sia arrivato nella Tuscia per dar seguito all’interesse mostrato nei giorni scorsi per il club di via della Palazzina.

Al timone dell’Avezzano dal 2011 al 2018, l’avvocato (che ha un’attività imprenditoriale anche nella Tuscia) ha condotto i biancoverdi dalla Promozione alla serie D, dove si trovano tuttora anche dopo il passaggio di proprietà a favore di Luciano D’Alessandro.

L’esito dell’incontro, terminato un’ora e mezza più tardi, al momento rimane avvolto nel mistero ma al di là delle classiche smentite di rito la sensazione è che in caso di fumata grigia le due parti torneranno a incontrarsi nei prossimi giorni. Anche se la scadenza del 24 giugno è talmente vicina che consente margini ristrettissimi, sia per concludere un’eventuale trattativa che per un sempre possibile dietrofront dell’attuale proprietà.

Un’ipotesi, quest’ultima, che al momento sembra abbastanza remota, visto che anche stamani gli uffici della Ilco dovrebbero aver ospitato un imprenditore lombardo interessato all’acquisizione del club.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
19 giugno, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR