--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civita Castellana - Comune - Talete stacca i contatori ai morosi e gli assessori Cataldi, Goglia e Angeletti si appellano a Giovanni Bruno

“Intervenga il prefetto per tutelare la salute pubblica”

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Civita Castellana - Piazza Matteotti

Civita Castellana – Piazza Matteotti

Civita Castellana – Talete, non si ferma la campagna per recuperare crediti. Il comune aveva chiesto alla società di sospendere l’attività, ma proprio stamani è arrivata la risposta negativa. Impossibile per ragioni finanziarie legate alla società e per correttezza nei confronti di utenti che pagano regolarmente la bolletta. Da qui la scelta del comune, di scrivere al prefetto.

“Con la presente – scrivono il vice sindaco Cataldi e gli assessori Goglia e Angeletti – siamo a rappresentarle l’esigenza di non arrecare danni di natura igienico sanitaria e ambientale ai residenti del comune di Civita Castellana, essendo iniziata da alcuni giorni una operazione da parte della Talete spa, di distacco dei contatori dell’acqua, che sta creando notevoli malesseri e disagi tra i cittadini.

La nostra amministrazione, insediatasi solamente il 12 giugno, ha già rappresentato alla società l’opportunità di un incontro preliminare che ci consenta d’informare i cittadini con proposte, soluzioni, con ottimizzazione dei tempi e dei servizi, per fornire utili suggerimenti alla popolazione.

Malgrado ciò, la Talete con propria nota ha rappresentato l’impossibilità d’interrompere il recupero con distacco dei contatori, generando anche oggi situazioni di disagio a famiglie, imprese e studi professionali e attività commerciali che improvvisamente si sono viste private di un bene essenziale come l’acqua.

Siamo pertanto a chiederle un intervento a tutela della salute pubblica, disponibili come amministrazione a un tavolo di confronto che consenta di trovare un modus operandi che tuteli l’interesse della cittadinanza”.


Condividi la notizia:
26 giugno, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR