--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il comune ottiene 150mila euro di finanziamento e predispone progetti compresi acquisto cibo, vestiti, contributo affitti

Emergenza povertà, un posto dove dormire e uno dove vivere

Condividi la notizia:

Carmine Di Filippo, Giovanni Arena, Antonella Sberna e Pierangelo Conti

Carmine Di Filippo, Giovanni Arena, Antonella Sberna e Pierangelo Conti

Viterbo – (g.f.) – Una struttura dove far dormire chi non ha un letto e nemmeno un tetto sulle spalle e un’altra d’accoglienza prolungata.

Emergenza povertà, i progetti del comune con 150mila euro di finanziamento in arrivo dalla regione.

Il comune di Viterbo, capofila del distretto Vt3, ha partecipato al bando e ottenuto l’importante stanziamento. Servirà per necessità primarie.

Una prima struttura d’accoglienza notturna, sei posti letto. Un’altra struttura per l’accoglienza prolungata, destinata a ospitare persone individuate dai servizi sociali. La prima di breve durata, l’altra a lungo termine, due anni o tre anni.

“Il ministero del Lavoro ha ammesso a finanziamento la regione – ricorda l’assessora ai Servizi sociali Antonella Sberna – e Viterbo, come capofila del distretto Vt3, Frosinone e la regione siamo partner in co progettazione. A breve firmeremo la convenzione per ottenere lo stanziamento. Sono 150mila euro e per realizzare i progetti avremo tempo fino al 31 dicembre 2020.

Lo scopo fondamentale è il recupero sociale delle persone cui ci rivolgiamo, entrarci in contatti e metterli nelle condizioni psicofisiche sostenibili”.

Altre le misure previste, illustrate dal project manager Carmine Di Filippo. “Un aiuto al pagamento affitto, quattro immobili per tre ospiti a immobile – ricorda Di Filippo – 300 euro al mese per 12 mesi.

Poi l’acquisto di kit vestiario, 70 autunno inverno e altrettanti primavera estate. Quindi, 180 kit igiene urbana e 30 sacchi a pelo per le emergenze”.

Quindi pacchi alimentari per 30 persone, 720 pacchi.

Previsti anche 720 pasti pronti per sette beneficiati, 2450pasti. Anche acqua. 6800 bottigliette da mezzo litro.

“Ci sono anche altri servizi previsti – continua Di Filippo – tra cui quello anagrafe, per il quale l’assessora Sberna si è battuta per ottenerlo”. Una boccata d’ossigeno il finanziamento, secondo il sindaco Giovanni Arena, stamani alla presentazione in comune.

“Con i nostri fondi non riusciamo a dare risposte concrete – ricorda Arena- le richieste sono continuative, abitative, disagio sociale. Riusciremo a dare risposte concrete e reali a famiglie in angoscia”.

Un progetto che può fare la differenza. “Con questo stanziamento – ricorda Pierangelo Conti – siamo in grado di far partire strutturalmente il progetto che poi si integra anche con fondi del comune”.


Condividi la notizia:
12 giugno, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR