--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - Salvo colpi di scena dall'11 luglio sarà l'allenatore salentino a guidare la formazione gialloblù - Sulla possibile cessione Mario Guardascone prende tempo: "Abbiamo incontrato Camilli ma ne riparleremo la prossima settimana" - Tra i soggetti interessati anche una cordata romana

Viterbese, per il raduno convocato Antonio Calabro

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Viterbese - Antonio Calabro

Sport – Calcio – Viterbese – Antonio Calabro

Sport - Calcio - Viterbese - Alessandro Polidori

Sport – Calcio – Viterbese – Alessandro Polidori

Viterbo – La Viterbese ha scelto Antonio Calabro.

La notizia era nell’aria da metà settimana ed è stata confermata nella giornata di ieri. Tra Giovanni Lopez e il tecnico salentino (entrambi sotto contratto fino al 2020) è proprio quest’ultimo ad aver ricevuto la convocazione per il raduno di giovedì 11 luglio al Rocchi.

Salvo colpi di scena, dettati dalla possibile cessione del club o dall’eventuale accettazione di un’altra panchina da parte dell’allenatore, sarà dunque Antonio Calabro a guidare la formazione gialloblù durante il ritiro e il campionato.

Rimane ora da capire la conformazione della squadra, dal momento che Piero Camilli ha annunciato che non effettuerà nessun acquisto e che molti dei giocatori sotto contratto potrebbero chiedere la cessione. Basterà, in questo senso, la chiamata del loro ex allenatore come garanzia per rimanere? Nei prossimi giorni potrebbero arrivare le prime risposte.

Una di queste, dopo la bomba scoppiata ieri, giunge direttamente da Mario Guardascione, figlio dell’imprenditore Francesco Guardascione che assieme ad Antonio Di Lauro ha incontrato Piero Camilli per chiedere informazioni sul club. Fin qui tutto nella norma, se non fosse per l’indiscrezione filtrata ieri mattina che parlava di un accordo tra le parti già concluso. Dopo la smentita dell’imprenditore di Grotte di Castro, arriva anche quella della seconda parte in causa.

Confermo di essere stato alla Ilco da Piero Camilli assieme a mio padre – spiega Mario Guardascione –. Abbiamo preso tutte le informazioni in merito ma nulla di più. Il presidente è stato gentilissimo e ne riparleremo la prossima settimana“.

Gli incontri per la cessione, dunque, proseguono. E da quanto trapela c’è un ventaglio abbastanza fiorito di pretendenti, anche se per il momento nessuno di questi è riuscito ad andare oltre al contatto preliminare. Tra i tanti, da segnalare anche una cordata romana rappresentata da Giulio Coletta, tra il 2004 e il 2015 responsabile del settore giovanile della Lazio.

Per quanto riguarda il calciomercato, il cui inizio è ormai imminente, i nomi che impazzano relativamente al club laziale sono solo ed esclusivamente quelli in uscita. Dopo Simone Sini, svincolato e ormai promesso alla Ternana, è la volta di Alessandro Polidori, di rientro dal prestito alla Pro Vercelli e destinato alla conferma con le Bianche Casacche.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
29 giugno, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR