--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Blera - Carabinieri - In manette un 17enne per concorso in furto aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale

Furto in casa Peruzzi, rubati monili in oro e computer

Condividi la notizia:

Angelo Peruzzi

Angelo Peruzzi

Carabinieri

Carabinieri

Blera – Furto in casa Peruzzi, arrestato 17enne.

I carabinieri della stazione di Blera hanno arrestato un ragazzo di origini sudamericane 17enne per concorso in furto aggravato e ricettazione e per resistenza a pubblico ufficiale.

La vicenda – si legge nella nota dei carabinieri – è scaturita dal furto perpetrato all’interno dell’abitazione di un noto imprenditore della zona nella mattina del 29 giugno.

Stando alle prime ricostruzioni un guardiaparco, nel transitare davanti all’abitazione in questione e sapendo che il proprietario è fuori dall’Italia per motivi di lavoro, si è insospettito notando l’allarme antifurto sonoro in funzione ed un giovane fermo in auto accanto alla villa che alla sua vista si è dato alla fuga.

Immediatamente ha allertato il 112 e ha incominciato a inseguire il giovane che tentava di allontanarsi a bordo di un veicolo che successivamente è risultato essere stato rubato a Roma.

Durante l’inseguimento – si legge ancora nella dei carabinieri -, poi continuato con l’ausilio dell’autovettura di servizio della stazione carabinieri di Blera, il giovane ha speronato più volte l’auto del guardiaparco fino ad essere bloccato a Civitella Cesi, dai carabinieri che lo avevano raggiunto.

Nelle tasche del giovane sono stati anche rinvenuti alcuni monili in oro presi poco prima nell’abitazione in questione.

Per il giovane sono scattate subito le manette ed è stato associato al centro di prima accoglienza per minori di Roma via Virginia Agnelli a disposizione dell’autorità giudiziaria minorile della Capitale.

Sono in atto ulteriori accertamenti per identificare altri due soggetti che hanno concorso al furto nell’abitazione.


Condividi la notizia:
3 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR