--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bolsena - Il sindaco Paolo Dottarelli scrive al presidente del consiglio, ai ministri competenti e ai governatori di Umbria e Lazio

“Quell’impianto di geotermia mette a rischio il nostro lago”

Condividi la notizia:

Paolo Dottarelli

Paolo Dottarelli

 
Geotermia - Gli studi sull'eventuale impatto sul lago di Vico

Geotermia – Gli studi sull’eventuale impatto sul lago di Vico

Geotermia - Gli studi sull'eventuale impatto sul lago di Vico

Geotermia – Gli studi sull’eventuale impatto sul lago di Vico

Geotermia - Gli studi sull'eventuale impatto sul lago di Vico

Geotermia – Gli studi sull’eventuale impatto sul lago di Vico

Bolsena – Riceviamo e pubblichiamo – Carissimo direttore di Tusciaweb, sfrutto la grande visibilità del suo quotidiano per rendere pubblico un fatto che potrebbe causare enormi problemi al lago di Bolsena, un pericolo che la nostra comunità reputa di grande impatto, per il quale la nostra amministrazione da tempo ha deciso di battersi.

Si tratta dell’imminente approvazione in consiglio dei ministri, così ci avvisano i ben informati, dell’impianto di geotermia nel comune di Castel Giorgio, impianto che dovrebbe essere realizzato da una società che non ha mai costruito impianti di geotermia e che potrebbe avere delle conseguenze negative per il lago e nello specifico per il comune di Bolsena.

Siamo preoccupati perché nei pressi dei pozzi previsti dal progetto, benché siti in Umbria, incide il bacino idrografico del nostro lago. Siamo preoccupati per via del rischio sismico che ne potrebbe conseguire. Siamo preoccupati perché gli esperti del settore ambiente della Regione Lazio hanno già espresso parere negativo per il nostro territorio.

Siamo preoccupati perché la salute del nostro lago vale più di ogni altra cosa, soprattutto viene prima degli interessi di società che hanno come scopo, anche legittimo ci mancherebbe, di fare cassetta in barba alle peculiarità di un territorio che voglio ricordare, fa parte della “Rete Natura 2000”, il principale strumento della politica dell’Unione Europea per la conservazione della biodiversità. A tal proposito ci risulta che non sia stata rilasciata nessuna autorizzazione di impatto ambientale (Vinca).

Faccio a nome di tutta la comunità, che mi onoro di rappresentare, un appello alla politica, soprattutto quella locale, affinché scenda in campo al nostro fianco per una battaglia che ci deve vedere uniti e determinati sotto un’unica bandiera: la difesa del lago di Bolsena.

Anche perché, qualora questa disavventura dovesse iniziare con il benestare del Cdm, noi continueremo a batterci nelle sedi opportune in tutti i modi possibili. Il nostro territorio non si presterà mai a esperimenti di questa portata e a conseguenze che potrebbero essere drammatiche.

Grazie ancora direttore per lo spazio che ha concesso al nostro appello. In allegato troverà la mail inviata ieri mattina dal Comune di Bolsena e gli allegati tecnici.

Paolo Dottarelli
Sindaco di Bolsena


Condividi la notizia:
29 luglio, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR