Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Frontini critica l'inerzia di buona parte della politica locale

“Rifiuti da Roma, siamo stufi dei soprusi dei partiti”

Condividi la notizia:

Chiara Frontini

Chiara Frontini

 

Il post di Chiara Frontini sulla questione rifiuti da Roma

Il post di Chiara Frontini sulla questione rifiuti da Roma – Clicca per ingrandire

Viterbo – Sulla questione rifiuti in arrivo da Roma, Chiara Frontini tira le orecchie ai politici viterbesi. Incapaci, finora, a suo dire, di fare squadra per il bene della città. 

La consigliera comunale di Viterbo 2020 è intervenuta stamattina con un post su Facebook sull’aumento dei turni di lavoro al centro di smaltimento viterbese. Lo prevede l’ordinanza presentata ieri dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti per consentire a Roma di uscire dall’emergenza. 

“Ora vediamo se i partiti che ci governano al Comune e in Regione riescono, una volta tanto, a fare un ragionamento per il bene di Viterbo e non del proprio partito – scrive Frontini -. Eravamo rimasti che senza partiti né riferimenti romani non sarebbe stato possibile garantire risultati importanti per il territorio: per ora, gli unici risultati che si vedono sono i camion che arrivano a scaricarci i rifiuti romani”. 

Frontini calca la mano sulle rassicurazioni finora inefficaci e su quei politici viterbesi con incarichi di responsabilità in Regione e Parlamento che non si sono espressi o non hanno fatto proposte. “Lasciando da parte il sindaco Arena, di Forza Italia, che, appena due giorni fa, ci ha detto di stare tranquilli perché aveva dato parere negativo in conferenza dei servizi in Regione, salvo poi essere sbugiardato per l’ennesima volta dai fatti neanche 24h dopo, abbiamo: Alessandra Troncarelli assessore regionale di Viterbo, del Pd, del quale ancora non abbiamo sentito la voce; Enrico Panunzi consigliere regionale eletto nel territorio che è pure Vice Presidente della X Commissione Urbanistica/Rifiuti, del Pd, del quale ancora non abbiamo sentito la voce; Umberto Fusco, senatore della Lega, che insieme al vicesindaco Contardo e ai sindaci di Tarquinia e Civita Castellana, annunciano di non accettare la decisione di Zingaretti (…e quindi, concretamente?)”. 

Solo con il gruppo consiliare della Lega, “che chiede un consiglio straordinario sul tema” Frontini concorda: “Se vorranno, cofirmeremo. Poi bisognerà vedere i contenuti e la concretezza delle proposte, ma intanto almeno se ne parla. Tutto il resto, non pervenuti. Ora vediamo se, mettendo da parte le bagarre e gli scaricabarile, tutti questi soggetti riescono a mettersi a un tavolo e fare pressione affinché non il Pd, non la Lega, non Forza Italia ma Viterbo vinca. Altrimenti, non venitemi più a dire che i partiti servono a qualcosa, se non a garantire l’elezione del catapultato di turno nei posti chiave di potere, un potere che viene esercitato per tutto tranne che per difendere gli interessi di Viterbo. Ora basta, siamo stufi dei vostri soprusi”.


Condividi la notizia:
6 luglio, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR