--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Gallarate - La vittima è Deodatus Nduwimana, italiano originario del Burundi - L'uomo ha riportato una lussazione a una spalla

“Sacrestano di colore aggredito, mi ha colpito perché sono nero”

Condividi la notizia:

Deodatus Nduwimana

Deodatus Nduwimana

Gallarate – “Sacrestano di colore aggredito, mi ha colpito perché sono nero”.

E’ accaduto a Gallarate, nel Varesotto, dove il sacrestano della basilica di Santa Maria Assunta è stato aggredito fuori la chiesa.

La motivazione dell’aggressione, stando a quanto riportato dalla stessa vittima, è da imputare al colore della sua pelle e quindi al fatto che sia nero. Il sacrestano si chiama Deodatus Nduwimana, è un italiano originario del Burundi e da quasi 20 anni è il custode della basilica. La notizia è stata riportata da Varesenews.

“È successo in pieno giorno – ha riferito il sacrestano – stavo andando ad aprire la basilica, lui era lì come sempre e mi ha spinto dopo avermi insultato. Ho paura per la mia vita. Questa persona è sempre in piazza, è un nullafacente e mi ha preso di mira”. 

La vittima ha riconosciuto il suo aggressore. Nduwimana ha spiegato che c’erano stati da parte dell’uomo già precedenti insulti e minacce. “Quell’uomo mi aveva già insultato altre volte”, ha chiarito il sacrestano. 

Deodatus Nduwimana è stato aggredito in pieno giorno. Per la vittima una lussazione alla spalla. Il sacrestano ha anche aggiunto che presenterà una denuncia. Da quanto si apprende, l’aggressore avrebbe dei precedenti. 


Condividi la notizia:
19 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR