--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Il colonnello è stato per tre anni comandante provinciale dell'Arma - Al suo posto Andrea Antonazzo

Giuseppe Palma lascia Viterbo, guiderà il reggimento carabinieri Lazio

di Raffaele Strocchia

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo - La conferenza stampa dell'operazione Birretta - Il comandante Giuseppe Palma

Viterbo – La conferenza stampa dell’operazione Birretta – Il comandante Giuseppe Palma

Il colonnello Andrea Antonazzo

Il colonnello Andrea Antonazzo

Viterbo – Era settembre 2016 quando il colonnello Giuseppe Palma si insediò come comandante provinciale dei carabinieri di Viterbo. Promise “prevenzione, protezione e controllo del territorio”. E così è stato. In tre anni alla guida di tutti i militari dell’Arma della provincia ha condotto e coordinato centinaia di brillanti operazioni.

Tra le ultime non si può non ricordare Erostrato. A inizio 2019 i carabinieri del comando provinciale di Viterbo hanno sgominato una associazione mafiosa operante nel capoluogo della Tuscia. L’operazione, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, si è conclusa con l’arresto di tredici persone. “Ci abbiamo lavorato per anni, in maniera costante e silenziosa – ha spiegato Palma durante l’ultima festa dell’Arma -. Per la prima volta la Tuscia si è trovata di fronte a un sodalizio mafioso autoctono, e ciò è costato minacce e auto incendiate anche ad alcuni dei nostri carabinieri”.

Dal più recente bilancio dell’Arma di Viterbo, reso noto a giugno proprio da Palma, è emerso che nell’ultimo anno i furti nella Tuscia sono diminuiti del 10%, mentre le rapine del 20%. “Tra le soddisfazioni più belle che si possono dare a un comandante – ha rivelato il colonnello – c’è l’essere riusciti a catturare un omicida in poco tempo e con un lavoro capillare in tutta la provincia: la nostra macchina organizzativa ha funzionato perfettamente, concludendo un caso per nulla semplice”. Il riferimento è all’omicidio di Norveo Fedeli, il commerciante ucciso a maggio nel suo negozio nel centro storico di Viterbo.

Nato a San Pietro Vernotico (Brindisi) 54 anni fa, dal 13 settembre Palma sarà al comando dell’ottavo reggimento carabinieri Lazio. Un’indubbia promozione, per una carriera iniziata nell’accademia di Modena, proseguita nella scuola di guerra di Civitavecchia (dove ha frequentato il corso di stato maggiore) e in molte città della penisola: il colonnello ha ricoperto incarichi in quasi tutta Italia. Al reggimento carabinieri Lazio succederà a Gianluca Trombetti, trasferito al comando provinciale di Salerno. Al suo posto, invece, Andrea Antonazzo, nuovo comandante provinciale dell’Arma di Viterbo. Anche Antonazzo, 47enne napoletano, è colonnello. L’ultimo incarico ricoperto è stato quello di comandante del comando carabinieri polizia militare dello stato maggiore della difesa. Ha prima frequentato la scuola militare Nunziatella di Napoli e poi l’accademia militare. È laureato in giurisprudenza e in scienze della sicurezza interna ed esterna.

Raffaele Strocchia


Condividi la notizia:
11 settembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR