--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Sono i dati dell'ultima edizione del rapporto Ispra - Diversi i comuni della provincia ai primi posti della "classifica"

La Tuscia ha il più alto consumo di suolo pro capite della regione Lazio

di Daniele Camilli

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo – Consumo di suolo pro capite. Il valore più alto di tutta la regione Lazio spetta alla Tuscia. Quasi due metri quadrati, per l’esattezza 1,91, per abitante. Sono i dati che vengono fuori dall’ultimo rapporto dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), edizione 2019 su dati del 2018, pubblicato qualche giorno fa con una scheda speciale dedicata appunto alla regione Lazio. Un dato, quello della provincia di Viterbo, decisamente superiore a quello regionale (0,47) e nazionale (0,80). Subito dopo la Tuscia, ci sono le province di Frosinone (0,91), Rieti (0,86), Latina (0,58) e Roma (0,29).

Nel 2018, in provincia di Viterbo sono stati consumati 17.117 ettari di suolo, 2501 nel solo comune di Viterbo, città dei papi che si piazza al quinto posto a livello regionale dopo Roma (29.875 ettari), Latina (4269), Fiumicino (2965) e Aprilia (2536). Subito dopo Viterbo c’è Pomezia (2264).


Terreno agricolo in provincia di Viterbo

Terreno agricolo in provincia di Viterbo


“Il consumo di suolo – spiega l’Ispra sul sito internet dell’istituto – è monitorato dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente che ogni anno realizza il rapporto nazionale ‘Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici’. È un fenomeno associato alla perdita di una risorsa ambientale fondamentale, dovuta all’occupazione di superficie originariamente agricola, naturale o seminaturale. Il fenomeno si riferisce, quindi, a un incremento della copertura artificiale di terreno, legato alle dinamiche insediative. Un processo prevalentemente dovuto alla costruzione di nuovi edifici e infrastrutture, all’espansione delle città, alla densificazione o alla conversione di terreno entro un’area urbana, all’infrastrutturazione del territorio”.


Viterbo - Centro storico

Viterbo – Centro storico


Il comune viterbese che nel 2018 ha invece registrato il più alto aumento di consumo di suolo rispetto all’anno precedente è Vetralla. Con 12 ettari in più. Secondo posto a livello regionale. Dopo Roma (75 ettari) e prima di Latina (10).


Vetralla

Vetralla


Per quanto riguarda il consumo di suolo pro capite a livello comunale, ai primi posti, sempre a livello regionale, troviamo ben tre comuni della provincia di Viterbo. Civitella d’Agliano (43,03 metri quadrati per abitante), Arlena di Castro (41,72) e Tessennano (24,16). Non va meglio neanche per quanto riguarda la densità del consumo, metri quadrati per ettaro. Anche in tal caso troviamo Civitella d’Agliano (20,3), primo comune a livello provinciale e quinto regionale. Immediatamente dopo, Arlena di Castro (16,6), Vetralla (10,6) e Bassano in Teverina (10). Decimo posto su tutta la regione per Vignanello dove la densità di consumo di suolo si attesta a 8,5 metri quadrati per ettaro di terreno.


Campagna viterbese

Campagna viterbese


“Si passeggerà a piedi nudi nel cemento – spiega Ispra raccontando infine i dati nazionali – e sempre di meno nelle aree verdi cittadine: aumenta lo spreco di suolo soprattutto all’interno delle città italiane. In particolare nelle aree urbane ad alta densità solo nel 2018 abbiamo perso 24 metri quadrati per ogni ettaro di area verde. In totale, quasi la metà della perdita di suolo nazionale dell’ultimo anno si concentra nelle aree urbane, il 15% in quelle centrali e semicentrali, il 32% nelle fasce periferiche e meno dense. La cementificazione avanza senza sosta soprattutto nelle aree già molto compromesse: il valore è 10 volte maggiore rispetto alle zone meno consumate”.

Daniele Camilli 


I dati dell’Ispra riguardanti la regione Lazio

Il consumo di suolo nel Lazio - Fonte Ispra

Il consumo di suolo nel Lazio – Fonte Ispra


Il consumo di suolo nel Lazio - Fonte Ispra

Il consumo di suolo nel Lazio – Fonte Ispra


Il consumo di suolo nel Lazio - Fonte Ispra

Il consumo di suolo nel Lazio – Fonte Ispra


Condividi la notizia:
20 settembre, 2019

Reportage 3 ... Gli articoli

  1. Il miracolo dell'abbazia medievale di San Giusto
  2. Le ricchezze dimenticate della Madonna dell'Olivo
  3. Una donna sta salvando la chiesa di San Pietro...
  4. "Blitz Caffè, in due mesi ho perso diecimila euro di incassi..."
  5. "Vogliamo recuperare vecchie strutture dandogli nuova vita"
  6. Tre Croci, un paese in via di estinzione...
  7. "Viviamo come se fossimo in carcere..."
  8. La Regione Lazio ha autorizzato una centrale fotovoltaica a Poggio della ginestra
  9. "Siamo pronti a investire anche nella zona del lago di Bolsena"
  10. "Quando Giggi Petroselli dormiva nelle casapaie..."
  11. "Fotovoltaico, Tarquinia ha dato, ha dato, ha dato..."
  12. La marcia della pace dei Sikh per le vie della città
  13. Piansano, Arlena e Tessennano paesi "in vendita"
  14. I cinquant'anni dell'Uomo tigre...
  15. "C'è mancato poco che mi prendesse in pieno..."
  16. Riello, la nascita di un quartiere
  17. "Fotovoltaico, cari sindaci dovevate svegliarvi prima..."
  18. "Rischiamo di essere investiti tutti i giorni..."
  19. "Don Dante era una persona che anche se ti incontrava dopo trent'anni ti diceva... Ciao Paole'!"
  20. "Fotovoltaico, non siamo mica in Arizona..."
  21. "Quel maledetto goal di Magath..."
  22. Crepe nel coro barocco della cattedrale
  23. I laboratori delle Saline dove si ripopola il mare
  24. "Fiaccole, croce e ricciolo erano veramente messi male..."
  25. "E' inutile spendere i soldi per la strada quando intorno tutto muore..."
  26. La messa è finita...
  27. Parte in quinta il liceo sportivo del Canonica
  28. La soprintendente Margherita Eichberg salva i quadri delle ex Terme Inps
  29. Ecco che fine ha fatto Viterbo sotterranea...
  30. "Saline, la solita barzelletta all'italiana..."
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR