--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Orte - Il sindaco Giuliani spiega l’aumento degli abbonamenti al parcheggio per i non residenti

“Molegnano, tariffe giù solo se Trenitalia e regione Umbria ci vengono incontro”

di Alessandro Castellani
Condividi la notizia:

Angelo Giuliani

Angelo Giuliani

Orte – Rincari degli abbonamenti mensili per i non residenti al parcheggio intermodale di Molegnano, il sindaco Angelo Giuliani indossa i guantoni e sale sul ring. “Se Trenitalia e la regione Umbria ci vengono incontro – promette – m’impegno ad abbassare le tariffe”.

“A causa della stazione, gli ortani subiscono una situazione al limite della sostenibilità – spiega Giuliani -. Inquinamento ambientale e acustico, occupazione di spazi vitali, abbandono di rifiuti, emergenze sociali. Ecco perché ho deciso di non alzare le tariffe per i residenti: noi paghiamo già abbastanza”.

Il sindaco è un fiume in piena. “Abbiamo dotato il parcheggio di sistemi di accesso e pagamento innovativi rispetto al passato, e questo deve essere apprezzato da tutti gli utenti – rivendica -. Inoltre i prezzi sono aumentati per coprire i costi della pulizia del parcheggio e delle strade, che sono discariche a cielo aperto a causa dei comportamenti vergognosi di pochi incivili. Siamo costretti a installare delle telecamere nella zona di Molegnano, proprio per controllare chi abbandona i rifiuti”.

“Parliamo tanto di attenzione all’ambiente e poi ci scandalizziamo se alziamo il costo di un parcheggio di 30 centesimi al giorno?” si chiede Giuliani. Che prosegue il suo affondo: “Quest’aumento aiuta gli ortani a smaltire i costi anche ambientali di un servizio, disincentiva la sosta selvaggia e l’uso della macchina. Se qualcuno ci riflette bene, penso che sia un passo avanti”.

Ma la decisione non è irrevocabile. Infatti, “laddove Trenitalia dovessevenire incontro alle esigenze dei pendolari, ortani e non”, Giuliani si dice “pronto a rivedere le tariffe”.

Il riferimento del primo cittadino è alla “fermata dell’alta velocità” e al “regionale 2479 da Foligno a Roma Termini, che non ferma a Orte pur essendo tutte le mattine mezzo vuoto”.

“Se queste disparità di trattamento verso Orte dovessero terminare – conclude il sindaco – noi saremo ben disposti a rivedere le nostre decisioni. Altrimenti, ognuno si assuma le sue responsabilità”.

Alessandro Castellani

 


Condividi la notizia:
26 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR