--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il presidente Nocchi ha 90 giorni per indire le elezioni - Verso un cambio di maggioranza da centrosinistra a centrodestra

Palazzo Gentili, consiglio provinciale scaduto

Condividi la notizia:

Pietro Nocchi

Pietro Nocchi

Viterbo – (g.f.) – Scaduto il consiglio provinciale.

Palazzo Gentili riportava la data di scadenza 17 settembre 2019. Esattamente a due anni di distanza dalla precedente votazione, così come stabilisce la norma.

A via Saffi i componenti non sono eletti con normali elezioni, si tratta di consultazioni di secondo livello. Gli elettori sono gli eletti. Ovvero, consiglieri comunali e sindaci dei comuni scelgono i rappresentanti da mandare in consiglio, tra gli eletti. Ovvero, consiglieri e sindaci dei sessanta comuni viterbesi.

Scaduto il consiglio resta in carica il presidente Pietro Nocchi, che in base alla riforma Delrio ha scadenza e durata diverse. Il sindaco di Capranica “solo al comando” ha novanta giorni di tempo per convocare le elezioni.

Quindi, entro metà dicembre o secondo quanto circola in queste ore, probabilmente a metà novembre.

A prescindere dalla data, lo scenario politico per Nocchi si preannuncia non dei più facili. Rispetto all’attuale assetto a via Saffi, in due anni la situazione è cambiata, diversi comuni sono passati dal centrosinistra al centrodestra.

Siccome a scegliere i consiglieri provinciali sono i loro colleghi comunali insieme ai sindaci, i numeri tra maggioranza e opposizione sono destinati a cambiare, in particolare per lo spostamento di tre centri: Viterbo, Civita Castellana e Tarquinia, passate nel frattempo da uno schieramento all’altro. Sono quelli più grandi e l’elezione dei consiglieri provinciali è proporzionale alla grandezza delle amministrazioni d’appartenenza.

Così, entro 90 giorni un presidente di provincia di centrosinistra con tutta probabilità si troverà a guidare una maggioranza di centrodestra. Con tanti auguri.


Condividi la notizia:
21 settembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR