--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Il cordoglio e l'affetto degli amici per la morte della 26enne, vittima di un incidente a Orbetello

“Jessica, dicci che è uno scherzo…”

Condividi la notizia:

Jessica Bussi

Jessica Bussi

Jessica Bussi

Jessica Bussi

Montalto di Castro – “Dicci che non è vero”. È un pensiero ricorrente tra gli amici di Jessica Bussi svegliati, ieri, da una notizia che non avrebbero voluto avere: Jessica non c’è più. È morta a 26 anni sulla Maremmana, mentre tornava a casa da Orbetello a bordo di una Citroen C3.

Ieri Montalto di Castro era sconvolta. Jessica era nata qui e qui viveva. Faceva la cameriera a Terni. Uno spirito libero. “Anarchica”, si definiva. E su Facebook scriveva che, “visto che la vita è una sola, lasciatemi scegliere come vivere”.

Anche i tifosi gialloblù le hanno dedicato un pensiero, ieri, dopo aver saputo dell’incidente: “Come noi ti piaceva tifare e divertirti su quei gradoni – hanno scritto sulla loro pagina Facebook -. Che la terra ti sia lieve, buon viaggio Jessica”. 

Il suo viaggio, ieri notte, alle 2, è terminato in una cunetta davanti a un distributore di benzina sulla Maremmana, a Orbetello. La Citroen di Jessica si è ribaltata per poi schiantarsi contro dei segnali stradali. Pare che l’impatto sia stato tale da sbalzarla fuori dall’abitacolo.

“Piena di vita e piena di gioia, una ragazza unica che lascia un grande vuoto”: così la ricorda un’amica per la quale Jessica era da sempre una “compagna di avventure”. Su Facebook in tanti spendono parole per lei.

“Vorrei che fosse uno dei tanti scherzi del cazzo che ti piaceva fare. Troppo presto Jè, troppo presto…”, le scrive Annalisa. Identico il tenore del messaggio di Daniele: “”Riposa in pace, amica mia. Le parole sono finite, gli sguardi so bassi. Dicce che come al solito ce stai a prende per il culo e è ‘no scherzo”. 

Eleonora ricorda la capacità di Jessica di entrare in empatia con gli altri: “Era una di quelle persone a cui non si può voler male. Non si è fatta mai problemi per stare con qualcuno perché bastavano due minuti che già ti sentivi a tuo agio”. 

Ieri i familiari sono andati a Orbetello per il riconoscimento. Nei prossimi giorni, i funerali per dire addio a Jessica. 


– Schianto nella notte, muore ragazza di 26 anni


Condividi la notizia:
7 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR