--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Anche tu redattore - Corchiano - La segnalazione di Sara Passini, a nome degli studenti che vanno a scuola da Corchiano a Nepi

“Ritardi Cotral, di questo passo perderemo 30 giorni di scuola”

Condividi la notizia:

Un bus Cotral

Un bus Cotral

Corchiano – Riceviamo e pubblichiamo – Parlo a nome degli studenti che vanno a scuola da Corchiano a Nepi.

Dato che non siamo molti, comprendiamo che non vi sia un autobus Cotral apposito per noi, ma non possiamo accettare che non si rispettino gli orari stabiliti, per noi di vitale importanza dato che dobbiamo fare, sia all’andata che al ritorno, uno scambio a Civita Castellana.

E’ da poco più di un mese che è iniziata la scuola e sono già almeno cinque i casi in cui la mattina il pullman è arrivato in ritardo, non permettendoci di arrivare in tempo per lo scambio, o addirittura non è passato.

Per quanto riguarda il ritorno abbiamo un solo autobus che dovrebbe passare alle 14,30, con indicazione Civita Castellana – Canepina – Corchiano oppure Corchiano – Stazione – Corchiano, che oltre a non essere segnato negli orari, non dando, così, la possibilità a chi non lo sa di prenderlo, non passa mai in orario, costringendo noi a fare la strada a piedi.

Per di più la scuola, che già ci dà la possibilità di entrare e uscire un quarto d’ora dopo, nel primo caso, e, prima, nel secondo, senza un foglio che dichiari un ritardo o la soppressione di una corsa, non può giustificarci e quindi a fine anno, continuando di questo passo, risulterebbe che per circa 30 giorni non siamo andati a scuola per un motivo non concreto.

Abbiamo chiamato più volte la Cotral per avere delle spiegazioni e per ottenere un foglio da dare alla scuola come reale giustificazione, ma non abbiamo mai ricevuto alcuna risposta.

Non sappiamo più cosa fare e speriamo nell’aiuto di Tusciaweb perché anche noi, come gli altri, abbiamo il diritto di andare a scuola e per farlo, di usufruire dei mezzi di trasporto pubblici.

Sara Passini


Anche tu redattore – le segnalazioni dei lettori

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni situazione interessante giornalisticamente.

Un ingorgo nel traffico, una festa, una sagra, un incidente, un incendio o qualsiasi situazione che secondo voi merita attenzione a Viterbo e in tutta la Tuscia. Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe con nome e cognome inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Anche tu redattore”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico. Le foto e i video devono essere realizzate da chi fa la segnalazione. 

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.

Tutti i materiali inviati alla redazione, attraverso qualsiasi forma e modalità, si intendono utilizzabili in ogni forma e modo e pubblicabili. I materiali non vengono restituiti. Le foto verranno marchiate con “Tusciaweb copyright”.

Puoi inviare foto, video e segnalazioni contemporaneamente a redazione@tusciaweb.it e redazione.tusciaweb@gmail.com. In questo caso i testi vanno inviati in allegato in word.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.


Condividi la notizia:
23 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR