--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Piscina, scuola, pista ciclabile, raddoppio della Cassia - Il comune non figura tra quelli che hanno avuto l'ok al nuovo cronoprogramma - Chiara Frontini: "Dimostrazione che il settore Urbanistica non funziona"

Bando periferie, progetti per 17 milioni di euro a rischio?

di Giuseppe Ferlicca

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Chiara Frontini

Chiara Frontini

L'assessore Claudio Ubertini

L’assessore Claudio Ubertini

Viterbo – Bando periferie, finanziamento da 17 milioni a rischio?

I progetti pensati dall’amministrazione Michelini, pista ciclabile, piscina e scuola al Poggino, raddoppio della Cassia e tutto il resto, rischiano di sfumare.

Già con Arena sindaco erano stati ridimensionati, perché come più volte ribadito dall’assessore Claudio Ubertini (Urbanistica), la progettazione ricevuta in eredità era in fase a dir poco embrionale, con un cronoprogramma impossibile da rispettare e quindi da rifare. Per questo è stata presentata alla presidenza del consiglio, richiesta per rivedere i tempi di realizzazione delle varie opere, in compagnia d’altri comuni.

Adesso arriva la doccia fredda. Una comunicazione della presidenza del consiglio fa sapere che il gruppo di monitoraggio nella riunione del 24 ottobre, ha esaminato i cronoprogrammi aggiornati trasmessi dai comuni: “sulla base di motivata richiesta”, accogliendo le richieste.

La lettera è stata spedita il 7 novembre a 63 amministrazioni comunali, tra cui le vicine Terni, Siena e Frosinone. Ma scorrendo l’elenco dei destinatari arriva la doccia fredda. Viterbo non è nell’elenco. Il nuovo cronoprogramma non è stato accettato?

Grana non di poco conto, se dovesse essere confermata. Ce n’è abbastanza per Chiara Frontini (Viterbo 2020), per puntare il dito contro l’amministrazione Arena: “Servono altre dimostrazioni a supporto di come il settore urbanistica non funzioni?.

In un anno e mezzo, quest’amministrazione non è stata capace neanche di farsi approvare l’aggiornamento di un cronoprogramma e adesso ci sono milioni di euro di investimenti a forte rischio.

Ci lamentiamo che non arrivano i soldi e quando ci sono, non si hanno le capacità di spenderli.

Purtroppo, questa è la classica mentalità di chi pensa che con i ‘poteri romani’, i politici di alto rango, amici e le conoscenze si possa tutto, ma non è più così. Ci vogliono idee e competenze, visione e capacità di realizzare i progetti, che evidentemente quest’amministrazione non ha”.

Frontini, a distanza di tempo ne approfitta per togliersi un sassolino elettorale dalla scarpa.

“Ci ricordiamo perfettamente – precisa Frontini – di chi diceva che con una lista civica al governo della città, Viterbo sarebbe stata isolata, perché sarebbero mancate le relazioni romane.

Peccato che le relazioni non bastano, se non ci sono competenze e capacità. Oggi le amministrazioni possono lavorare solo se realizzano progetti e drenano fondi dall’Europa e agenzie varie.

Lì le logiche della politica da bar contano poco in assenza di contenuti”.

In consiglio comunale, l’assessore Claudio Ubertini (Urbanistica) aveva ammesso che per le periferie era un momento di stallo: “Con la presidenza del consiglio c’è una situazione di stallo, ma gli uffici stanno portando avanti la programmazione”.

Il cronoprogramma è stato consegnato alla presidenza del consiglio dei ministri. “Lo abbiamo predisposto il 6 settembre – continua Ubertini – quello che ci siamo trovati non era rispettabile. A oggi non ci sono certezze”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
15 novembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR