--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Orte - Idee Chiare incalza l'amministrazione comunale su presunti conflitti di interesse

“L’assessore al Turismo ha il papà presidente della proloco…”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Roberta Savoia, capogruppo Idee chiare Orte

Roberta Savoia, capogruppo Idee chiare Orte

Orte – Riceviamo e pubblichiamo – “Il lupo perde il pelo ma non il vizio”, ed è così che malgrado nuovi nomi vadano a gremire il ricostituito coordinamento di Orizzonte Comune, lo stile e i contenuti della comunicazione sono sempre gli stessi.

Le stesse stanche, retoriche e stantie frasi ripetute ormai da anni che più che impressionare inducono il lettore allo sbadiglio da noia.

Certo è che l’imbarazzo e il nervosismo tra i militanti risultano palpabili, come risulta chiara a tutti la difficoltà che ha il gruppo di ripresentarsi agli ortani nel difficile tentativo di voler ricostruire una verginità a questa giunta, in previsione delle prossime elezioni amministrative.

Questa volta dovranno trovare argomenti credibili e validi per recuperare il consenso perso in tre anni e mezzo di amministrazione, perché non basteranno le mirabolanti arrampicate sugli specchi ed il mantra “è colpa degli altri”, con il quale da anni ci stanno facendo sanguinare le orecchie.

Nel frattempo consigliamo una operazione verità per il rinnovato coordinamento.

Quell’operazione che serve a fare chiarezza e a dire a tutti chi rappresentano politicamente, come stanno condizionando le scelte di governo, e come hanno velocemente sostituito lo spirito di abnegazione dei primordi con il mero tornaconto e i personalismi dei giorni nostri.

Ricordino ai cittadini di come hanno occupato poltrone in enti o associazioni rilevanti nel comune, oppure, di come le imprese e le cooperative locali che si sono prodigate nel fare pubblicamente la campagna elettorale del 2016, siano frequentemente destinatarie di affidamenti diretti.

Dicano che nel loro direttivo c’è chi fa parte della proloco, chi ha la figlia consigliere comunale ed è a capo di un comitato di quartiere finanziato dal comune, chi ha debuttato nel coordinamento mentre la figlia veniva inserita nel progetto Pronto Farmaco, e chi ha la mamma nel direttivo politico che fa riferimento all’assessore ai lavori pubblici, giusto per esserci sempre e comunque, qualunque piega prendano le cose.

Ma soprattutto, non facciano finta di dimenticare il gigantesco conflitto di interessi dell’assessore al turismo con il papà presidente della proloco, malgrado il settimo posto ottenuto alle elezioni, evidente risultato di uno scarso consenso raggiunto, con tutti i mal di pancia che ne sono conseguiti.

Gli esempi potrebbero continuare ma lasciamo agli ortani il gusto di scoprirli da soli. Non è difficile, tutte cose note ma che ogni tanto, qualcuno, deve aiutarvi a ricordare.

Idee Chiare


Condividi la notizia:
14 novembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR