Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Il consigliere comunale Giulio Marini (FI) conferma l'intenzione del comune di affidare il Vincenzo Rossi al club di via della Palazzina

“Stiamo lavorando per concedere il campo del Pilastro alla Viterbese”

Condividi la notizia:

Giulio Marini

Giulio Marini

Sport - Calcio - I lavori al campo del Pilastro

Sport – Calcio – I lavori al campo del Pilastro

Sport - Calcio - Viterbese - L'allenamento di ieri all'oratorio Grandori

Sport – Calcio – Viterbese – L’allenamento di ieri all’oratorio Grandori

Viterbo – (s.s.) – Il vecchio Vincenzo Rossi praticamente non esiste più. Quello nuovo, meteo permettendo, sarà pronto entro pochi giorni.

I lavori al campo del Pilastro sono infatti al rush finale: l’erba sintetica è stata installata correttamente, così come le linee di campo e le recinzioni esterne.

L’ultima operazione relativa al rettangolo verde, che riguarda la posa dello strato di sabbia e granulato di gomma, è stata bloccata dai temporali dei giorni scorsi ma riprenderà a breve con la chiusura del primo stralcio di lavori.

Il secondo step riguarderà gli spogliatoi e l’impianto d’illuminazione ma nel frattempo il comune si è messo all’opera per affidare la struttura. Il destinatario, come conferma il consigliere comunale Giulio Marini (FI), è la Viterbese.

La decisione arriva dal consiglio comunale fatto all’epoca dalla giunta Michelini – racconta l’ex sindaco –. Noi, come opposizione, volevamo fare il sintetico al Rocchi ma alla fine il comune accese un mutuo per il campo al Pilastro. L’idea della maggioranza di allora era quella di concedere il campo alla Viterbese: si tratta quindi di un cammino già preso nel tempo“.

Il club di via della Palazzina, dal canto suo, altro non aspetta che il via libera per potersi allenare nell’impianto di via Carlo Minciotti e il motivo è prettamente logistico.

Basti pensare che martedì la formazione di Antonio Calabro ha lavorato al Rosato Palozzi di Canepina, ieri si è divisa tra stadio Enrico Rocchi e oratorio Grandori di Viterbo mentre oggi tornerà a Canepina. Le rifiniture del sabato, inoltre, vengono effettuate sul campo del Centro universitario sportivo gestito dal Calcio Tuscia. Una squadra “nomade” che grazie al nuovo campo riuscirà ad avere un quartier generale definitivo e potrà anche prevenire gli acciacchi fisici (molto più frequenti se si lavora ogni giorno su un suolo differente).

Non ci sarà nessun affidamento temporaneo – conclude Marini –. Stiamo lavorando su una modifica del regolamento comunale per concedere il campo alla Viterbese con una convenzione. Ci siamo già mossi e il delegato allo Sport conta di riuscirci in tempi brevi. Il cammino, detto con molta onestà, riguarda la precedente amministrazione e noi non stiamo nascondendo nulla”.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
14 novembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR