--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ambiente - Secondo il rapporto Ispra - Tra i comuni coi dati aggiornati al 2018, Fabrica di Roma è quello con la gestione dei rifiuti meno cara (90 euro pro capite)

A Montalto l’immondizia costa 282 euro a persona

Condividi la notizia:

Cassonetti differenziata

Cassonetti differenziata

Montalto di Castro – (a.c.) – 282,69 euro a persona. Tanto hanno pagato nel 2018 gli abitanti di Montalto di Castro per il servizio d’igiene urbana nel territorio comunale.

Lo dicono i dati del catasto rifiuti dell’Ispra, che forniscono il quadro su produzione, livelli di differenziata e costi di gestione del servizio d’igiene urbana nei vari comuni d’Italia. E Montalto di Castro, per quest’ultima voce, è la città della Tuscia dove i cittadini hanno pagato di più.

Non si tratta, a onor del vero, di dati completi, dal momento che diversi comuni della provincia non sono aggiornati e altri ancora, come Civita Castellana e Orte, non hanno informazioni disponibili. Il confronto è praticabile su 33 comuni, il 55% del totale della Tuscia.

Ad ogni modo, limitandosi a quelli di cui l’Ispra ha pubblicato i dati aggiornati sui rifiuti, i due comuni del litorale sono quelli dove il costo della gestione è più alto. Dopo Montalto, infatti, c’è Tarquinia, con 216 euro all’anno pro capite. Segue Capodimonte, in cui sono stati calcolati 204 euro a persona.

Dall’altra parte della classifica si trova Fabrica di Roma, con un costo spalmato a 90 euro per ogni abitante. A 99 euro c’è Faleria, poi Monterosi con 112.

Diversa la situazione del costo del servizio d’igiene urbana per ogni chilo di rifiuto prodotto. Qui il comune dove la spesa è maggiore è Onano, con 53,5 centesimi al chilo, poi Gallese (50,5) e Bomarzo (48). I costi più bassi sono a Nepi (22 cents).

Per quanto riguarda la città di Viterbo, la spesa media annuale pro capite per la gestione dei rifiuti è di 170,1 euro, in linea con quella dell’anno precedente (169,8). Il servizio d’igiene urbana costa 41,86 centesimi per ogni chilo di rifiuti.


Costi di gestione del servizio d’igiene urbana – Dati comunali 2018

ComuneCosto pro capite Costo al chilo
Barbarano Romano136,15 €/abitante30,73 cent/kg
Bassano Romano144,6138,52
Bolsena189,2628,21
Bomarzo142,4147,75
Calcata138,4642,31
Canino165,6146,10
Capodimonte203,9224,05
Capranica137,9638,95
Caprarola162,4937,00
Castel Sant’Elia125,2933,70
Castiglione in Teverina 112,6036,20
Celleno144,0243,52
Corchiano123,8743,36
Fabrica di Roma90,0330,23
Faleria99,2830,24
Gallese152,9550,47
Gradoli174,2341,40
Lubriano149,5838,53
Montalto di Castro282,6935,14
Monte Romano115,4925,63
Monterosi112,2929,66 
Nepi 119,71 22,24 
Onano 180,43 53,50 
Ronciglione 139,73 26,59 
Sutri 132,64 25,32 
Tarquinia 215,84 33,88 
Valentano 156,35 39,56 
Vallerano144,6741,18
Vasanello140,9446,94
Vetralla 141,32 27,61 
Vignanello 149,85 42,94 
Viterbo170,0741,86
Vitorchiano143,6346,29

Fonte: Ispra


Condividi la notizia:
20 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR