Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Polemica sul cantante protagonista di Sanremo, accusato di aver insultato l'arma dopo il festival di Vulci - VIDEO

Achille Lauro: “Carabinieri frustrati e falliti” – I sindacati: “È vilipendio”

Condividi la notizia:

Achille Lauro a Sanremo 2020

Achille Lauro a Sanremo 2020

Il tweet di Gianni Tonelli (Sap) contro Achille Lauro

Il tweet di Gianni Tonelli (Sap) contro Achille Lauro

Achille Lauro a Sanremo 2020

Achille Lauro a Sanremo 2020

Montalto di Castro – “Achille Lauro, il ‘grande artista’, definisce ‘frustrati e falliti’ i carabinieri che fanno il loro lavoro”. Gianni Tonelli, deputato della Lega e segretario generale aggiunto del Sap, il Sindacato autonomo di polizia, lo ha scritto su Twitter pubblicando un video del trapper protagonista di Sanremo 2020.

Nel filmato, che risale al 2018, Lauro definisce “frustrati e falliti” i carabinieri per delle perquisizioni fuori dal Vulci Live Fest, dove il cantante avrebbe dovuto esibirsi: la performance è poi saltata a causa del maltempo.

“Al festival di Vulci, vicino Montalto di Castro – dice nel video l’interprete di Rolls Royce e di Me ne frego -, è successa una cosa raccapricciante, imbarazzante, disgustosa e al limite dell’umanità. Non parlo della tremenda alluvione che purtroppo ha impedito l’esibizione di tutti gli artisti. Parlo dei carabinieri fuori dal festival. Ho assistito personalmente a perquisizioni, alle quattro del pomeriggio, a dei bambini per delle cartine in tasca, fatte da 40enni e 50enni. Carabinieri frustrati, falliti. Se la prendono con dei bambini che vanno a vedere tranquillamente un concerto. Terrorizzandoli, calpestando la cultura, l’arte e l’espressione artistica. Tutto ciò per due canne di merda”.

“Non stiamo parlando – conclude Lauro – di abuso di stupefacenti pesanti. Non stiamo parlando di traffico di stupefacenti. Stiamo parlando di divertimento, nei limiti dell’intelligenza. E di persone di cinquant’anni che se la prendono con dei minorenni”.

Oltre a Tonelli (Sap), contro il trapper è andato anche Massimiliano Zetti, leader del Nuovo sindacato carabinieri (Nsc). “Se si verificassero altri episodi del genere – ha dichiarato all’Adnkronos -, in futuro non escludiamo di fare denunce costituendoci in quanto sindacato parte civile. La situazione è diventata intollerabile. È vilipendio. Continueremo a riproporre agli studenti il nostro capitano Ultimo e il maresciallo Giangrande, medaglia d’oro. Il 15 febbraio saranno ‘in accoppiata’ per la legalità. Oggi si deve combattere una battaglia culturale”.

Si è unito al coro anche Salvatore Rullo, presidente del Siulm, il Sindacato unitario lavoratori militari. “Siamo indignati – ha affermato -. È vilipendio contro le forze armate e l’arma dei carabinieri. Anzi, va oltre. È imbarazzante il silenzio della Rai che paghiamo attraverso il canone. Come può consentire a simili personaggi di salire su un palco come quello di Sanremo?”.


– Il video di Achille Lauro contro i carabinieri


Condividi la notizia:
9 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR