--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La rinascita dello stabilimento inizia a prendere forma

Ex Terme Inps, gigante alberghiero pronto a mettere 25 milioni

Condividi la notizia:

Viterbo - Ex Terme Inps

Viterbo – Terme ex Inps

Viterbo - Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo – Terme ex Inps

Viterbo - Il saccheggio delle Terme ex Inps

Viterbo – Terme ex Inps

Viterbo – C’è un investitore pronto a finanziare la rinascita delle ex Terme Inps. Un colosso del settore alberghiero il cui nome, per ora, è top secret. 

Sul piatto ballano 25 milioni di euro: tale è la spesa prevista dal project financing presentato, per ora, da un non meglio precisato gigante del turismo, che permetterà di lasciarsi il degrado alle spalle e ripartire da una struttura a cinque stelle, 100 camere, spa, ristoranti, wellness e piscine.  

“Nessuna area per trattamenti sanitari – dice l’assessore al Termalismo Enrico Maria Contardo -, un particolare importante per noi perché altrimenti la struttura entrerebbe in competizione con le Terme dei Papi, di proprietà comunale”.

Sull’identità del “corteggiatore” delle ex Terme Inps, non una parola in più. “Basti dire – continua l’assessore – che per il vecchio polo termale c’è la concreta possibilità di finire nel circuito del turismo internazionale, entrando a far parte di una prestigiosa catena di alberghi”. 

L’acqua verrebbe attinta dal pozzo Gigliola. “Le prove di portata stanno dando una quantità di 8 litri al secondo – afferma Contardo -. Stiamo attendendo la concessione dalla regione per il pozzo delle Zitelle. La commissione regionale ce l’ha già assegnato ma manca l’atto burocratico definitivo. A quel punto, per il termalismo abbiamo pronti due progetti: uno per la chiusura delle Zitelle con un intervento di 200mila euro, per sanare finalmente quell’inutile dispersione di 14 litri d’acqua al secondo nei campi, che dura da cinquant’anni. L’altro progetto per realizzare una condotta che, dalle Zitelle, porti l’acqua alle Terme Inps, laddove dove eventualmente serva”. 

Contardo presume che il project financing arriverà la prossima settimana a Palazzo dei Priori: “Prende spunto dallo studio di fattibilità di Federterme e quanto prima lo presenteremo alla stampa. Andrà valutato dagli uffici e inserito nel piano triennale delle opere pubbliche, per poi indire la gara per far partire i lavori“. 

La previsione è di concluderli entro due anni, più tempi tecnici della gara (che potrebbe essere vinta anche da un soggetto diverso da quello che ha presentato il project financing, laddove batta i proponenti quanto a qualità-prezzo). Tempi che il vicesindaco si augura siano più brevi possibile. “Gli uffici comunali hanno 60 giorni per portare la pratica in giunta – spiega -. Mi auguro tanto che ci si sbrighi, perché ci sono altri due project financing fermi, sui quali non abbiamo dato prova di velocità”. 

Contardo allude ai parcheggi interrati e al campus universitario nel palazzo di Donna Olimpia in via San Pietro. Ora cade a pezzi: sono crollati i solai, le associazioni che avevano sede all’interno hanno dovuto lasciarlo.

Progetti del valore di 27 milioni di euro (13 i parcheggi, 14 la risistemazione dell’antica residenza da 6mila metri quadri) che, sommati al recupero delle ex Terme Inps che vale quasi altrettanto, avrebbero un impatto sull’intera città. 

 


Condividi la notizia:
9 febbraio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR