--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Contro lo spostamento dal Sacrario voluto dal comune - Bandini (Confimprese): "È la mazzata finale per il centro storico" - Raccolte mille firme

No al mercato al Carmine, ambulanti pronti a scioperare

Condividi la notizia:

Viterbo - Mercato del sabato al Sacrario

Viterbo – Mercato del sabato al Sacrario

Giancarlo Bandini

Giancarlo Bandini

Viterbo – “No al mercato al Carmine”. Agli ambulanti lo spostamento dal Sacrario non piace e nell’incontro di ieri in comune lo hanno ribadito.

“In periferia i mercati non funzionano – dice Giancarlo Bandini (Confimprese) presente alla riunione di ieri – questo è un mercato cittadino e deve rimanere dentro le mura”.

I commercianti tengono il punto. “So che nella nuova collocazione non vogliono andare”. Sabato prossimo è previsto il debutto nella nuova location. Potrebbero esserci sorprese. C’è chi è pronto alla “serrata” dei banchi.

“Diversi non so se non verranno proprio – continua Bandini – o magari decideranno altre iniziative. Fatto sta che al Carmine non ci vanno. Qualcuno è disposto pure a perdere la licenza e ad andare altrove.

In una zona periferica diventa difficile da raggiungere e non penso che liberare il parcheggio a pagamento al Sacrario per cinque ore il sabato sia d’aiuto allo shopping o al turismo.

Il sabato basta girare per rendersi conto che è vuoto il centro. Non è così che si risolvono i problemi. Sentendo pure i negozianti, sono quasi tutti contrari a portare fuori il mercato, ad eccezione di alcuni al corso.

Non a caso abbiamo già raccolto oltre mille firme e stiamo ancora andando avanti, poi le consegneremo al sindaco Arena”.

Il ragionamento di Bandini è semplice: “Già c’è poca gente durante la settimana in centro, portare via il mercato al sabato è un’ulteriore mazzata, perché la presenza dei banchi porta benefici anche ai negozianti”.

La soluzione per Confimprese è un’altra. “A dicembre scadono le licenze, non si capisce tutta questa fretta. Aspettiamo e ragioniamo nel frattempo su una collocazione, ma che sia interna alle mura”.

La decisione a palazzo dei Priori l’hanno presa e più che su quello che accadrà da sabato prossimo, sono orientati a ragionare su quello che avverrà dal prossimo anno, con il nuovo mercato, riqualificato.

Pronti anche a predisporre uno studio di fattibilità in zone non ancora verificate dove portare i banchi. Nel frattempo, resta il Carmine.


Condividi la notizia:
12 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR