Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Consiglio comunale - Leonardi, con l'assessore Notazio e il consigliere Capocecera a loro volta si scagliano contro una proposta della stessa Chiatti ed è caos

Aria di crisi: l’assessora Chiatti vota con l’opposizione, l’ira del capogruppo Leonardi

di Michele Mari
Condividi la notizia:

 
 

Montefiascone - Consiglio comunale - Lo scontro tra l'assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

Montefiascone – Consiglio comunale – Lo scontro tra l’assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

 
 

Montefiascone - Consiglio comunale - Lo scontro tra l'assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

Montefiascone – Consiglio comunale – Lo scontro tra l’assessora Chiatti e il capogruppo Leonardi

Montefiascone – Dup, scontro in maggioranza tra l’assessora Chiatti (Ambiente) e il capogruppo Leonardi che apre una possibile crisi.

Il consiglio comunale di questa mattina ha visto il confronto molto accesso, nonostante le mascherine e le distanze per l’emergenza coronavirus, tra i consiglieri di maggioranza e minoranza su diversi punti.

Ma non solo, anche all’interno della stessa maggioranza c’è stato lo scontro tra l’assessora all’ambiente Rita Chiatti e il capogruppo Sandro Leonardi sul sesto punto: l’approvazione della nota di aggiornamento del documento unico di programmazione (Dup) per il triennio 2020-2022.

Questo scontro ha portato al voto con l’opposizione da parte dell’assessora, praticamente contro la sua stessa maggioranza che ha mandato su tutte le furie il capogruppo Leonardi. Per contro, l’ultimo punto sul comune ‘amico delle api’ promosso dall’assessore non è stato votato da una parte della maggioranza.

“Ritengo che questa nota sia stata fatta in modo frettoloso – ha detto l’assessora – che non tiene conto delle variazioni di deleghe che ci sono state nell’ultimo anno. Ritengo di aver ottenuto importanti obiettivi per quanto riguarda le mie deleghe ma in questo documento non viene riportato nulla a livello di progettualità. Gli obiettivi da inserire nel Dup li ho dati al caposettore ma il documento è stato redatto da un altro. Spero che, per buona fede, non ci sia stato dialogo tra i due e nella fretta si sia fatta confusione”.

L’assessora all’Ambiente ha sottolineato anche quali progetti non sono stati citati.

“Per quanto riguarda i distretti rurali – ha spiegato Rita Chiatti – avevo iniziato a muovere i primi passi del biodistretto. Sull’ambiente trovo sviluppati i punti dell’assessorato al verde pubblico. Anche il punto sul comune ‘amico delle api’ non lo ritrovo. Inoltre avevo posto le basi per una serie di riorganizzazioni dei percorsi per la valle perlata in collaborazione con l’assessore Paolo Manzi. In questo atto non trovo nulla sull’ampliamento dell’isola ecologica. Come mai non trovo i miei progetti ma trovo quelli di altri nel mio assessorato?”.

Dai banchi dell’opposizione la consigliera Cicoria (M5s) ha esclamato: “Farei un applauso. Brava Rita. C’è qualcuno nell’amministrazione che dice quello che pensa”.

Su tutte le furie il capogruppo della maggioranza Sandro Leonardi.

“Io come capogruppo – ha detto Leonardi – ho mandato tre lettere ai vari settori per avere tutti gli obiettivi per il Dup. Oggi mi venite a dire che un assessore, che sta in questa maggioranza, non sa quello che è stato fatto o non ha detto gli obiettivi al suo caposettore. Questa è una maggioranza e gli obiettivi vanno concordati. Tutti i punti all’ordine del giorno devono passare da lì perchè sennò non li voto. Questa cosa vale per tutti. Ci sono diritti e doveri e un suo dovere era comunciare i suoi obiettivi al caposettore”.

Tra i due è nato un duro scontro e il presidente del consiglio comunale Luca Bellacanzone ha dovuto suonare più volte la campanella per riportare l’ordine.

“Io gli obiettivi li ho consegnati a dicembre – ha aggiunto Rita Chiatti – ma credo che non ci sia stato confronto con chi ha redatto il documento. È stato fatto un copia incolla degli anni precedenti. Ritengo i miei diritti lesi da questo dup e chiedo di riportarlo il prossimo consiglio”.

“Questo è un bilancio di un’amministrazione – ha risposto Leonardi -, vorrà dire che ti confronti con il caposettore e gli fai mettere quello che ritieni più opportuno”.

Ha cercato di fare da paciere tra i due il sindaco Massimo Paolini riconoscendo gli sforzi e i progetti portati avanti da Rita Chiatti.

Al momento della votazione del punto all’ordine del giorno, la resa dei conti: l’assessora ha votato contro la sua maggioranza insieme all’opposizione.

Il risultato è stato di sei contrari e nove a favore.

Lo scontro è poi arrivato agli ordini del giorno riguardo all’adesione al comitato della geotermia e comune “amico della api” promossi proprio dall’assessora Rita Chiatti.

Leonardi ha sottolineato che l’argomento ‘comune amico delle api’ non è stato discusso in maggioranza e per questo ha chiesto il ritiro del punto che, al momento della votazione,  ha visto favorevoli lo stesso Leonardi, la vicesindaca Celeste, l’assessore Notazio e il consigliere Capocecera  mentre l’opposizione e parte della maggioranza hanno votato contro facendo rimanere il punto all’ordine del giorno. 

Al momento della votazione tutti favorevoli tranne Leonardi, Notazio e Capocecera che hanno votato contro e Celeste astenuta.

Invece nel punto sull’adesione al comitato per la geotermia i quattro si sono astenuti.

Uno scontro, tra Leonardi e Chiatti che potrebbe ripercuotersi sulla giunta e sull’ultimo anno di vita dell’amministrazione Paolini. Il consiglio comunale si è chiuso e Leonardi uscendo ha detto: “Si apre la crisi…”. Chissà.

Michele Mari


Condividi la notizia:
18 aprile, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR