Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Comune - Interviene la segretaria del circolo unico Pd di Viterbo Patrizia Prosperi

“Sulla scuola il sindaco Arena continua a cambiare idea, ma quel che serve sono soluzioni condivise…”

Condividi la notizia:

Patrizia Prosperi

Patrizia Prosperi

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – La decisione indicata dal sindaco per affrontare la questione contagi-scuola è nuovamente la più semplice: la chiusura. Anzi no, ci ripensa. Prima afferma che chiude, poi, anche dopo il no da parte dei suoi colleghi, che cercherà soluzioni flessibili con i dirigenti scolastici, peraltro previste dall’ultimo Dpcm. Storia già rivista all’inizio dell’anno scolastico; incertezze che rende pubbliche, quelle del sindaco, che dispone e poi ritrae.

Il fatto è che la scuola, gli è stato fatto notare, al suo interno, è un luogo sicuro, dove vengono rispettate le norme, dove ci sono i controlli, dove la vigilanza  è alta e i protocolli sanitari sono certi.

La questione da affrontare è più complessa e richiede di spostare lo sguardo fuori, dall’edificio scolastico alla città. Ciò che serve non è un atteggiamento disfattista, ma un atteggiamento costruttivo. Un comune quindi che si faccia promotore di soluzioni alle questioni che possono aumentare le possibilità di contagio, che vanno dall’assembramento fuori le scuole ai trasporti.

Qualcuno ha mai visto controlli per la città o fuori le scuole per limitare assembramenti?
In merito ai trasporti sono numerose le proposte che arrivano anche dai rappresentanti di associazioni di categoria datoriali, che suggeriscono di utilizzare mezzi privati ad integrazione del trasporto convenzionale, favorendo così l’occupazione in un settore in crisi e la sicurezza dei giovani.

Soluzioni a cui si può arrivare attraverso il dialogo con le parti interessate, non solo con le istituzioni ma anche con chi è direttamente coinvolto, gli studenti, i genitori, tutto quel mondo che vive direttamente le problematiche e suggerisce risposte , che spetta al comune valutare. Le idee e le proposte non mancano, ciò che manca è la volontà di verificarle e attuarle.

Non dimentichiamo che il comune sta concludendo l’iter di approvazione del bilancio di previsione 2020, che oggi non può prescindere dalla contestualizzazione con il particolare periodo che stiamo vivendo. Non servono altre spese inutili, servono spese attente, che sostengano le pari opportunità  e il diritto allo studio, diritto fondamentale per l’individuo e per la società, diritto che va salvaguardato, nella sicurezza di tutti. Intollerabili a questo proposito le voci di spesa che prevedono 400.000 euro per il Natale o oltre 800.000 euro di consulenze.

Si trovino, quindi, nel bilancio i fondi per incrementare la vigilanza, sostenere azioni sinergiche di responsabilizzazione e senso civico e per incrementare i trasporti anche con formule alternative e innovative. Il sindaco faccia la sua parte invece di lanciare nuovamente la palla in tribuna.

Circolo unico Pd Viterbo
La segretaria Patrizia Prosperi


Condividi la notizia:
19 ottobre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR