Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il punto della Cisl in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne

“2020 ancora più duro per il mondo del lavoro femminile”

Condividi la notizia:

La Cisl Viterbo alla conferenza organizzativa nazionale della Cisl

La Cisl Viterbo alla conferenza organizzativa nazionale della Cisl

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Oggi, 25 novembre, è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e, per il coordinamento Donne e per tutta la Cisl di Viterbo, rappresenta una data importante per rinnovare l’impegno necessario verso una realtà senza la violenza di genere.

E proprio in una giornata come questa, assistiamo disarmati ad altri due femminicidi avvenuti nelle ultime ore in due realtà italiane distanti ma accomunate da questa tragedia.

La pandemia ha, purtroppo, aggravato nei mesi del lockdown i già numerosi episodi di violenza che mogli, sorelle, compagne, hanno subìto da uomini di cui magari si fidavano e che su di loro hanno riversato le loro frustrazioni. Se gli altri reati sono diminuiti nel 2020, i femminicidi sono aumentati, toccando quota 94 dall’inizio dell’anno.

Anche i dati su stalking e stupri sono peggiorati: le chiamate al numero verde di emergenza “1522” sono raddoppiate. E analizzando il dato che vede il 77% delle violenze subite dalle donne avvenire fra le mura domestiche, viene logico pensare all’introduzione di degni sostegni alle famiglie che permettano di non far sentire sole le vittime e i loro figli. Purtroppo sono drammaticamente diminuite le denunce di questi reati.

Il 2020 è stato ancora più duro per il mondo del lavoro femminile. L’occupazione rosa è scesa al 48%, dopo che in passato ha faticosamente raggiunto la soglia del 50%. Aggiungiamo la disparità salariale: in Italia le donne guadagnano circa il 30% in meno degli uomini, a parità di mansione. Inoltre, sono numerosissime quelle che hanno perso il lavoro per seguire figli o parenti anziani, che sono state messe in cassa integrazione o che peggio ancora sono state licenziate, pagando in misura maggiore lo scotto della crisi lavorativa che sta colpendo tutti a causa delle misure anti-pandemiche.

C’è tanto lavoro da fare, e su tanti fronti: dobbiamo contrattare al più presto politiche di rinserimento lavorativo che ristabiliscano la loro autonomia economica; va ampliata la legislazione per il contrasto alle molestie sessuali sul lavoro; dobbiamo trovare le risorse per le politiche attive di genere con interventi strutturali, magari usando le leva fiscale per favorire l’inclusione femminile; questo perché la violenza sulle donne si combatte anche attraverso il raggiungimento di una giustizia sociale ed economica equa e uguale per tutti. E infine ci attende un lavoro enorme di rieducazione emotiva fra i sessi, a partire dai più piccoli, che saranno gli uomini e le donne di domani. E’sempre di oggi la notizia che il giudice ha approvato il cambiamento di cognome di Vittoria Parolisi, di 11 anni, che ha deciso di cambiarlo togliendo quello del padre condannato per l’omicidio della sua mamma, e adottando quello di quest’ultima: da domani, la piccola si chiamerà Vittoria Rea. Un passo in avanti per cancellare quella parte di passato che, per chi sopravvive a una violenza come questa, diventa un vero e proprio inferno, e che ci spinge a ricordare che per ogni vittima di femminicidio ci sono altrettante vittime, più invisibili ma altrettanto importanti, che rimangono senza le loro madri, figlie o sorelle.

La Cisl di Viterbo tutta conferma il proprio impegno per garantire tutele contro le discriminazioni, le molestie sessuali e la violenza dentro e fuori i luoghi di lavoro; continuerà, nella propria azione quotidiana, la battaglia contro questo dramma sociale e culturale. Ripartiamo dal lavoro per affermare la dignità e la libertà delle donne.

Segretaria organizzativa Ust Cisl Viterbo


Condividi la notizia:
25 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR