Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - L'intervento di Francesca Cassanelli di Coldiretti Donne impresa Viterbo: "Quello che diciamo oggi contro la violenza di genere deve valere tutti i giorni"

“In Italia il 29% delle aziende agricole è a guida femminile”

Condividi la notizia:

Francesca Cassanelli

Francesca Cassanelli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Coldiretti Donne impresa partecipa all’incontro per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne “Non ci arrendiamo”.

Partecipa in rappresentanza dell’associazione legata a Coldiretti Francesca Cassanelli, in qualità di responsabile: “La presenza femminile in agricoltura è sempre più forte. Il ruolo che svolgiamo all’interno delle nostre imprese rappresenta l’emancipazione femminile in agricoltura che potrebbe dare un deciso contributo al rilancio delle aree rurali”

E infatti, nella loro attività imprenditoriale le donne agricoltrici italiane hanno dimostrato capacità di coniugare la sfida con il mercato e il rispetto dell’ambiente, la tutela della qualità della vita, l’attenzione al sociale, a contatto con la natura assieme alla valorizzazione dei prodotti tipici locali e della biodiversità.

Nel nostro Paese, più di una azienda agricola su quattro, ovvero una percentuale corrispondente al 29%, è capitanata da donne. Si stimano, quindi, quasi 200mila aziende agricole al femminile. Dati importanti che testimoniano quanto l’agricoltura sia diventata rosa.

Proprio per queste ragioni, il settore agricolo deve essere presente in queste occasioni.

“Quello che vogliamo è che le donne di Viterbo si uniscano tutte insieme contro la violenza di genere. E non solo le donne: il sostegno di molte figure maschili per l’organizzazione di questa giornata ha dimostrato come l’intera società civile riconosca l’importanza di fermare questa mancanza di rispetto che molto, troppo spesso ci colpisce – interviene Cassanelli – Dati i livelli di innovazione che apportiamo all’ interno delle aziende ed il livello di sviluppo sia creativo che economico è del tutto evidente il ruolo chiave della donna che merita definitivamente di essere riconosciuto”.

Purtroppo durante il lockdown e la pandemia i numeri relativi alle violenze sulle donne sono cresciuti. In tante, infatti, si sono trovate doppiamente isolate e con la difficoltà di chiedere aiuto.

“Il 25 novembre non deve essere vissuta come una giornata e basta. Ciò che diciamo, scriviamo oggi deve essere portato avanti tutto l’anno – conclude Cassanelli –.  Come Coldiretti Donne impresa Viterbo ci facciamo portavoce dei diritti e della dignità delle donne in agricoltura. La nostra organizzazione sarà sempre al loro fianco, così come lo è per gli altri settori imprenditoriali che rappresentiamo”.

Coldiretti Viterbo


Condividi la notizia:
25 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR