Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vetralla - Battiti-La casa delle donne celebra il 25 novembre - Domani webinar con la presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio Valeria Valente

“Trenta donne in carico al centro antiviolenza nell’ultimo anno”

Condividi la notizia:

Vetralla

Vetralla

Vetralla – Riceviamo e pubblichiamo – Oggi, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne vogliamo ribadire il nostro sostegno a tutte le donne vittime di violenza.

A tre anni dalla sua apertura, la ‘Casa delle donne’ di Vetralla è diventato un luogo di riferimento per le donne in uscita dalla violenza, per i servizi della provincia di Viterbo e per le forze dell’ordine che operano nel contrasto alla violenza maschile sulle donne.

Purtroppo la crisi sanitaria che stiamo vivendo da molti mesi ha accentuato il problema. Così la ‘Casa delle donne’ ha ampliato le sue attività da un generico luogo di ascolto per le donne in difficoltà a un vero e proprio centro antiviolenza in collaborazione con l’associazione ‘Differenza donna onlus’ attiva da oltre 30 anni nel contrasto della violenza maschile sulle donne.

Solo nell’ultimo anno, infatti, abbiamo preso in carico oltre 30 donne vittime di violenza provenienti dai comuni della provincia, arrivate sia in forma autonoma che segnalate dai servizi sociali dei vari comuni, dalle forze dell’ordine e dai tribunali. E non passa giorno che, purtroppo, non riceviamo nuove segnalazioni. Anche negli ultimi giorni abbiamo dovuto affrontare con molto sforzo, impegno e affaticamento la messa in protezione di una donna vittima di violenza.

La violenza sulle donne ha diverse forme e modalità. Quella fisica è più facile da riconoscere e spesso ci si concentra solo su di essa. Ma anche quella psicologica ed economica, come tutte le forme di violenza, si radica e progredisce nella disuguaglianza e nella discriminazione.

Alle donne che si rivolgono a noi offriamo l’ascolto, la valutazione del rischio, la consulenza e l’assistenza legale penale, civile e minorile grazie al lavoro del team di avvocate e delle operatrici.

Per migliorare sempre la nostra attività ci stiamo impegnando, anche con il sostegno del comune di Vetralla, a chiedere alle istituzioni un impegno finanziario che si dimostra sempre più necessario per sostenere il supporto alle donne con strumenti e competenze sempre migliori. Intanto, per celebrare questa giornata chiediamo a tutti voi che ci leggete un aiuto al nostro lavoro, al momento fatto esclusivamente da volontarie, con una donazione, anche piccola, all’Iban IT65I031117335100000000007 dell’Associazione Battiti.

Da parte nostra, celebreremo questa giornata domani, 26 novembre alle 18,30, dedicando qualche minuto per dirci sempre “contro la violenza maschile sulle donne”, frutto di pregiudizi, stereotipi e modelli che svalutano le donne. Organizziamo un webinar dedicato a tutte le donne giovani e adulte per valorizzarne il talento nella scrittura, e la loro differenza di genere, convinte che lo sguardo femminile sia una risorsa indispensabile per la crescita del mondo.

E lo faremo premiando gli elaborati vincitori del ‘premio letterario femminile Laurizia’ che, nonostante la pandemia, ha sottotraccia unito le donne per scrivere di donne. Oltre la giuria sarà con noi la senatrice presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio Valeria Valente.

Vi aspettiamo online sulla pagina Facebook della ‘Casa delle donne’ di Vetralla, in diretta dal nostro sponsor Libreria Nova. 

Un grazie di cuore a tutte e a tutti coloro che vorranno seguirci e sostenerci.

Associazione Battiti


Condividi la notizia:
25 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR