Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - L'Unione inquilini Civitavecchia sostiene l'occupazione simbolica dell'ex residence di stamattina

“A Santa Marinella 80 famiglie in estremo disagio abitativo”

Condividi la notizia:

Santa Marinella - Lo sgombero dell'ex residence Eucalipto

Santa Marinella – Lo sgombero dell’ex residence Eucalipto

Civitavecchia – Riceviamo e pubblichiamo – L’Unione inquilini di Civitavecchia sostiene la lotta per il diritto alla casa e alla dignità ed esprime la sua solidarietà al Comitato per l’emergenza abitativa di Santa Marinella, il quale ha il merito di aver imposto all’attenzione generale il problema di chi dorme in auto, in roulotte, in un buco di scantinato umido e non più aspettare, specie in tempi di emergenza sanitaria come quelli che viviamo.

Ottanta sono le famiglie in estremo disagio abitativo in un paese piccolo come Santa Marinella. Dopo anni di promesse e indifferenza delle amministrazioni, sabato 7 novembre il comitato emergenza abitativa di Santa Marinella ha occupato simbolicamente uno dei tanti immobili abbandonati, il San Pio X, vuoto da anni e lasciato andare al degrado.

Ater e comune di Santa Marinella devono ora dare delle risposte istituendo urgentemente un tavolo per stabilire un iter procedurale a risoluzione della vicenda. Il sindaco provveda inoltre, nel contempo, ad emettere ordinanze ex articolo 13 (competenza in materia di sanità, igiene, sicurezza pubblica) per i casi più gravi che dormono in macchina e/o roulotte.

Come Unione inquilini ricordiamo al sindaco che, ai sensi della legge 833/78, è responsabile della tutela della salute delle persone e, in quanto tale, ha l’obbligo di intervenire anche con ordinanze contingibili ed urgenti, come la requisizione. Questo è ancor più valido in tempo di pandemia.

Il patrimonio immobiliare pubblico e privato in disuso o invenduto, a Santa Marinella come altrove, è imponente. Troppe le persone senza casa e troppe le case vuote (da oltre vent’anni), senza persone. Se le forze dell’ordine difendono la proprietà privata, ci si aspetta che le amministrazioni pubbliche si mobilitino per garantire i diritti primari alle persone, utilizzando gli strumenti giuridici ed amministrativi in essere.

Unione inquilini Civitavecchia


Condividi la notizia:
7 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR