Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ripartiamo da San Pellegrino - Dieci su dieci, tutte ridotte male - Abbandonate, danneggiate, malate, un patrimonio storico che rischia di andare in fumo - FOTO

Le fontane di Viterbo sono tutte da buttare…

di Daniele Camilli

Condividi la notizia:

Viterbo - La fontana di piazza delle Erbe

La fontana di piazza delle Erbe


Viterbo – Sporche e brutte, le fontane del centro storico di Viterbo sono tutte da buttare. Non che prima stessero meglio, ma dopo un anno di emergenza Covid la situazione è decisamente peggiorata. Dieci fontane su 10, tutte malate. Chi per un verso chi per un altro. Un tour del degrado che quando torneranno i turisti a mala pena riusciranno a riconoscerle. Piazza della Crocetta, piazza Dante, Pianoscarano, piazza della Morte, piazza del Gesù, piazza Fontana Grande, piazza delle Erbe, Sacrario, San Faustino e piazza della Rocca. Fontane medievali, un pezzo fondamentale del patrimonio storico e artistico della città. Eppure non se ne salva una. Diventate infine appoggi per macchine buttate là e parcheggiate sopra i lastroni che circondano le vasche.


Viterbo - La fontana di piazza delle Erbe

Viterbo – La fontana di piazza delle Erbe


La fontana messa peggio di tutte, a occhio, è quella in piazza delle Erbe. Con danni un po’ ovunque, la pietra rovinata, la melma, il muschio e la monnezza. Sostanzialmente uno schifo. Attorno Corso Italia, con le attività commerciali che chiudono o boccheggiano, le vie che portano al comune e la gente che tira dritto senza nemmeno più guardarsi intorno. A parte qualche dettaglio, la situazione disastrosa in cui versa la fontana di piazza delle Erbe è quasi la stessa dappertutto. Dalla Crocetta a San Faustino e fino a Pianoscarano.



Per 4 fontane su 6 (piazza del Gesù, piazza della Rocca, Sacrario, piazza Fontana Grande) l’acqua non scorre più e le vasche vuote sono lo specchio della desolazione e dell’abbandono, quello in cui è piombato tutto il centro storico in questi ultimi mesi. Tra emergenza, crisi economica galoppante, licenziamenti in nero, preoccupazione e depressione collettiva dilagante. Il tutto, continuando a far finta di niente. Come per le fontane di Viterbo che si stanno sgretolando sotto gli occhi di tutti. Un investimento  per il futuro, quando, alla fine del Covid, si dovrà lavorare per far tornare i turisti, che piano piano sta andando in fumo.


Viterbo - La fontana di piazza delle Erbe

Viterbo – La fontana di piazza delle Erbe


Le fontane che c’hanno l’acqua pregherebbero invece di non averla. Quasi tutte hanno la melma sul fondo della vasca dove si trovano quasi sempre anche delle monetine. Alcune ormai ossidate. La melma sta pure attorno alle bocche dell’acqua dove spesso ci si imbatte anche nel muschio. Notevole la mappazza in cima alla fontana di piazza delle Erbe. Ogni tanto sull’acqua galleggia pure un po’ di monnezza. Lattine e cartacce. A piazza della Rocca, diverse vasche della fontana sono state trasformate in cestini per i rifiuti.


Viterbo - La fontana di piazza della Rocca

Viterbo – La fontana di piazza della Rocca


Danni e malattia della pietra caratterizzano quasi tutte le fontane del centro storico. In alcuni casi la pietra presenta crepe più no meno evidenti. Piazza delle Erbe, piazza Fontana Grande, piazza della Morte, San Faustino. Mancano alcune parti, altre se le stanno invece portando via il tempo e l’inquinamento. Diverse figure scolpite non ci sono più oppure sono irriconoscibili, come le scritte che ogni tanto compaiono qua e là attorno alle fontane. Parole illeggibili e date ormai prive di senso.

Dalle vasche delle fontane cominciano a venir fuori anche alcune piantine. Come sulla fontana del Sacrario dedicata ai paracadutisti, l’unica che risale al novecento, lasciata nel degrado più completo. Sporca e senza acqua. Abbandonata a sé stessa. A marcire.

Daniele Camilli


Fotogallery: Le fontane del centro storico


Condividi la notizia:
4 febbraio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR