Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vitorchiano - Elezioni comunali - Il sindaco Ruggero Grassotti scioglie la riserva e si ripresenta per il secondo mandato

“Mi ricandido per completare il cambiamento iniziato 5 anni fa”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:


Ruggero Grassotti

Ruggero Grassotti


Viterbo – “Mi ricandido, ci sono ancora idee da concretizzare e lavori da portare a termine”. Una data per le elezioni comunali ancora non c’è, dipenderà anche dall’andamento del Covid ma il sindaco Ruggero Grassotti scioglie la riserva, decidendo di candidarsi per un secondo mandato a Vitorchiano, uno dei venti comuni al rinnovo nel 2021 nella Tuscia.

Sindaco Grassotti, come mai ha deciso di candidarsi per un secondo mandato?
“L’azione amministrativa non sempre è rapida – osserva Grassotti – per completare la nostra idea di cambiamento 5 anni non bastano. Ho ancora idee che voglio concretizzare, alcuni progetti li abbiamo realizzati, altri completati. La valorizzazione del borgo, ad esempio, come luogo d’attrazione turistica. Occorre proseguire”.

Come si è caratterizzato il quinquennio che si sta chiudendo?
“È stato intenso. Abbiamo cercato di dare una risposta anche se non tutti problemi sono stati risolti, ma abbiamo voluto essere sempre una controparte che ascolta. In questo ho caratterizzato la mia consigliatura. Sempre disposti all’ascolto dei cittadini a risolvere le varie questioni che nel tempo si sono presentate. È stata importante la collaborazione come squadra. Ha funzionato, con uno spirito collaborativo non facile da trovare. Quando le energie sono convogliate su problemi interni o discussioni, il valore dell’operato ne risente. Approfitto per ringraziare consiglieri e assessori che hanno lavorato per rendere Vitorchiano migliore rispetto a come l’abbiamo trovata”.

Squadra vincente (cinque anni fa) non si cambia?
“L’ho proprio detto durante un incontro in maggioranza. Partiamo da qui per costruire il futuro. Gran parte sarà riconfermata, fermo restando la disponibilità da parte dei singoli. Può succedere che per varie ragioni qualcuno possa decidere di non ricandidarsi. Ma ripartiamo da questa, con qualche innesto. Nuovi ingressi possono portare dinamiche interessanti. Si parte da questa squadra per formare la lista”.

C’è un progetto che più di altri ha caratterizzato la sua amministrazione?
“Difficile sceglierne uno. Di certo le scuole, su cui abbiamo investito molto. Oltre un milione di euro, con l’efficientamento energetico. Led, cappotto termico, pannelli fotovoltaici a primaria e secondaria. Abbiamo sistemato le aree esterne. Un altro grande lavoro è stato sui rifiuti. La percentuale di differenziata raggiunta ci ha premiati. Continueremo su questa strada, così come sulla valorizzazione del borgo, che vuol dire opportunità lavorative”.

Sui rifiuti, prossimo passaggio la tariffa puntuale?
“Ci arriveremo quanto prima. Occorre tempo, con studi preventivi e numeri certi. Cominceremo i lavori per la nuova isola ecologia durante l’anno. Così come vogliamo valorizzare il complesso di Sant’Agnese, chiuso da troppi anni. Ma i progetti avviati e che andranno concretizzandosi sono molti”.

Vitorchiano non più una propaggine abitativa di Viterbo come forse veniva vista in passato ma centro con una propria identità, anche turistica, ben definita. La strada ormai è segnata?
“Siamo stati noi a lanciare il brand del borgo sospeso. Siamo stati inseriti nel circuiti dei borghi più belli d’Italia. Piccoli tasselli che stanno dando risultati. Un altro progetto per il centro è la riqualificazione del vecchio accesso al paese. C’è uno stanziamento regionale per 250mila euro”.

Quando è arrivato, il clima politico non era dei migliori, oggi?
“Uscivamo da un clima conflittuale, oggi la situazione mi pare diversa. Abbiamo lavorato affinché ci fosse maggiore serenità a livello di comunità. L’amministrazione adesso è un canale privilegiato per le associazioni, un lavoro prezioso è quello portato avanti dal gruppo comunale della protezione civile. Con loro passa un diverso modo d’essere cittadini, con i valori della condivisione al centro. Una comunità che mette al centro la vicinanza e la solidarietà, con persone che generosamente mettono a disposizione il loro tempo per gli altri, è un valore importante”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
18 febbraio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR