--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'ente autonomo della manifestazione si era reso disponibile a riprendere in mano l'evento ma è stato ignorato

Siete riusciti a far morire “San Pellegrino in fiore”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo in fiore 2011

Giulio Marini

Giulio Marini

Enrico Maria Contardo

Riceviamo e pubblichiamo – Prendiamo atto, con rammarico, che l’assessore alla Cultura Enrico Maria Contardo non è stato in grado di gestire con competenza e tempestività l’organizzazione floreale “San Pellegrino in Fiore”, ora ribatezzata “Viterbo in Fiore” .

Veniamo a conoscenza che si è espletato il concorso di idee, senza la necessaria copertura finanziaria (basandosi su una mera promessa dell’assessore regionale Birindelli per una cifra di circa sessantamila euro).

L’esperienza dell’assessore maturata nell’edizione 2011, avrebbe quantomeno dovuto accendere un campanello dall’allarme e mettere l’amministrazione comunale nelle condizioni di espletare vari sondaggi per cercare eventuali alternative per lo svolgimento della manifestazione.

L’ente autonomo San Pellegrino in Fiore, ideatore dell’evento e organizzatore dello stesso per XXIV edizioni, con la collaborazione della C.C.I.A.A., dell’amministrazione provinciale, del Comune di Viterbo , della Fondazione Carivit e di altri sponsor, era riuscito a far conoscere a livello nazionale tale evento, (con cifre di gran lunga inferiori al costo della manifestazione 2011) tanto da portare alla nostra città, nei giorni, della manifestazione una media di visitatori pari a circa 50 mila.

Presenze che senza dubbio creavano un indotto economico non indifferente per tutti gli operatori commerciali della zona, che su tale iniziativa contavano non poco.

Allo stato attuale però sembra che, se non arrivano i soldi dalla Regione in tempi rapidi, non si farà la manifestazione o comunque potrebbe essere rinviata ad altra data.

Bravo sindaco Giulio Marini, bravo assessore Enrico Maria Contardo, siete riusciti a far quasi morire una manifestazione con alle spalle XXIV edizioni, che costava alla comunità meno della metà della cifra spesa per l’edizione 2011 (con tutti i commenti che ne sono conseguiti).

Forse voi dall’alto dei vostri scranni non udite il vociare e le critiche del popolo se chiedete ai commercianti e agli abitanti del quartiere, dove si svolge la manifestazione, esterneranno volentieri il proprio disappunto.

Per concludere sindaco Marini, assessore Contardo, dirigente Menghini, perché, viste le difficoltà economiche dell’amministrazione, non avete dato seguito alla nota del 9 agosto 2011 con la quale l’ente autonomo San Pellegrino in Fiore proponeva di organizzare l’evento 2012 nella parte medioevale del quartiere, senza chiedere contributi?

Per opportuna memoria facciamo presente che in data 24 agosto 2011, con nota protocollata 0033502, ci veniva risposto dall’assessore Contardo, che l’assessorato avrebbe valutato la manifestazione “San Pellegrino in Fiore” 2012 non prima del nuovo anno.

Con nota del 21 settenbre 2011, completamente ignorata, l’ente richiedeva di nuovo il rilascio di una autorizzazione tipica locale, che avrebbe permesso la trasmissione alla Regione Lazio per la formazione del calendario regionale, ribadendo ancora che nessun onere economico sarebbe stato a carico del Comune di Viterbo.

E’ evidente che dove la pubblica amministrazione mette le mani, con persone non all’altezza, crea quasi sempre scontento e delusione.

Questo sfogo dell’ente vuol essere uno stimolo per il sindaco, per riallacciare in seguito e se vorrà quel rapporto che fino a qualche anno fa regnava sovrano, e per far rinascere una manifestazione ridotta da voi in stato comatoso.

Ente autonomo San Pellegrino in fiore


Condividi la notizia:
13 aprile, 2012

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR