--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Chiesa - Potrebbe ritirarsi a Villa Lante nella palazzina Montalto - Sciolta la riserva della curia romana

Il papa emerito Benedetto XVI a Viterbo, ok del Vaticano

Condividi la notizia:

Papa Benedetto XVI in visita nella Tuscia

–  Il papa emerito a Viterbo la prossima estate, ok del Vaticano.

Già dalla prossima estate il papa emerito Benedetto XVI dovrebbe passare le vacanze di studio nella Tuscia.

Due settimane fa una commissione vaticana è venuta a fare una serie di sopralluoghi a Viterbo e Bagnaia.

I sopralluoghi, fatti nella massima riservatezza, hanno indotto il Vaticano a dare l’ok per far trasferire il papa emerito nella Tuscia. Inizialmente il papa emerito dovrebbe passare nella Tuscia il periodo estivo, come è tradizione per i prelati. Poi vi si potrebbe stabilire definitivamente.

Dopo aver fatto una serie di verifiche è stato stabilito che il luogo che dovrebbe ospitare il papa emerito potrebbe essere Villa Lante ed in particolare la palazzina Montalto, quella a sinistra entrando.

In passato la palazzina aveva ospitato i custodi di Villa Lante ed è quindi facilmente ristrutturabile. In particolare dovrebbe essere allestito uno studiolo in stile rinascimentale per permettere al papa emerito di continuare i suoi studi. I giardini poi saranno i luoghi dove il papa potrà distendersi circondato dalla magnificenza voluta dal Vignola.

Villa Lante dimora estiva di cardinali, è particolarmente adatta a ospitare il papa emerito proprio per il suo clima, durante l’estate.

Ovviamente dovranno essere forniti tutti i permessi del caso. Ma in questo modo Viterbo tornerà a essere la città dei papi, magari emeriti.

Una soluzione, questa di Viterbo, che non dispiacerebbe neppure agli ambienti vicini alla curia romana. Almeno secondo alcune indiscrezioni.

La Tuscia è particolarmente cara a Benedetto XVI perché è la patria di San Bonaventura, dottore della chiesa sul quale il papa emerito in gioventù ha fatto la sua tesi di laurea.

E non è detto, visti gli stretti rapporti tra Joseph Ratzinger e papa Francesco, che non si possano vedere i due papi nei giardini di Villa Lante. O addirittura assistere al trasporto della macchina di santa Rosa.


Condividi la notizia:
1 aprile, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR