--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Avvocato arrestato - Oltre a De Santis, coinvolto il suo cliente e la sua praticante accusata di falso

Estorsione, indagato anche Gianlorenzo

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

L'avvocato Samuele De Santis

L’avvocato Samuele De Santis

Paolo Gianlorenzo

Paolo Gianlorenzo

Non solo Samuele De Santis. Spiccano altri due nomi accanto a quello del giovane avvocato viterbese arrestato lunedì.

Uno è il giornalista pluriindagato Paolo Gianlorenzo, assistito nell’ultimo periodo anche da De Santis. L’altra è Alessandra Lodola, praticante avvocato allo studio di De Santis.

L’indagine è stata aperta a fine anno. A condurla è sempre il pm Massimiliano Siddi, con la sua squadra di polstrada e polizia giudiziaria. Tranne questo, il fascicolo non ha nulla da spartire con le vicende Birindelli e Fiorito, che riguardano il giornalista.

Le perquisizioni a De Santis e Gianlorenzo sono scattate lunedì pomeriggio. Dall’ufficio del giornalista, gli investigatori avrebbero sequestrato diversi documenti.

Nella nuova inchiesta Gianlorenzo è indagato per estorsione. Lodola per falso. De Santis per entrambi i reati.

Il falso riguarderebbe un documento che serviva all’avvocato per ottenere il rinvio di un’udienza. L’estorsione sarebbe consistita in una serie di azioni messe in atto da De Santis per avere clientela. Clientela d’élite. Perché, secondo le indagini, all’avvocato non bastavano assistiti ordinari. De Santis aspirava a politici e imprenditori. Gente che, se inquisita, avrebbe potuto facilmente conquistare le prime pagine dei giornali, assicurando anche a lui popolarità.

Non a caso De Santis avrebbe cercato di pescare soprattutto nel mare magnum dell’inchiesta “Genio e sregolatezza”. Il tentacolare fascicolo sugli appalti truccati offriva materiale interessante su cui lavorare. 63 indagati nel primo filone e pochi nomi ma eccellenti nel secondo. Tra questi, l’ex city manager viterbese Armando Balducci, l’imprenditore Amedeo Orsolini e il legale Luigi Todaro. Stando alle indagini, De Santis avrebbe cercato di avvicinare tutti e tre gli indagati. Con l’apporto irrinunciabile di Paolo Gianlorenzo.

Nell’ordinanza di custodia cautelare, il gip Francesco Rigato fotografa precisamente il ruolo del giornalista: “Non quello di una mera spalla – scrive il giudice – ma uno strumento di cui De Santis si fa forte”. Todaro – indagato in “Genio e sregolatezza” – viene invitato nello studio di De Santis e nella redazione di Gianlorenzo. Per gli investigatori, è in questi incontri che scatta il piano intimidatorio. Gianlorenzo e De Santis gli fanno capire che è messo male. Gli prospettano la possibilità di un arresto e quella di far uscire articoli sui giornali. In primis quello di Gianlorenzo, ma anche tutti gli altri: “I giornali li controllo io”, spiega De Santis a Todaro. I due avrebbero lasciato a intendere che il tenore degli articoli di Gianlorenzo sarebbe cambiato a una condizione: che Todaro nominasse De Santis come suo avvocato. Detto. Fatto.

Il tentativo sarebbe stato ripetuto con Orsolini e Balducci. Ma in entrambi i casi non è andata bene. De Santis e Gianlorenzo hanno avvicinato sia l’imprenditore che l’architetto, che però non li hanno assecondati.

Con l’assessore provinciale Paolo Bianchini avrebbero cercato di giocare d’anticipo. “Ti stanno addosso”, gli avrebbero detto, insinuando un suo coinvolgimento nell’appaltopoli viterbese. Bianchini sarebbe stato invitato ad attivarsi per sapere se era sotto inchiesta. Tramite sue presunte “entrature in Procura”, De Santis poteva richiedere per lui il certificato che attesta le iscrizioni nel registro degli indagati. Intanto Gianlorenzo scriveva. “Oggi uscita soft – scrive De Santis in un messaggio a Bianchini, commentando l’articolo -. Se vuoi uscire con la cronaca giudiziaria fammi sapere e ti organizzo tutto”.

Con Gianlorenzo e De Santis, Bianchini non ha preso accordi, non si è fatto impressionare e non ha ceduto alle pressioni. 


Condividi la notizia:
12 giugno, 2013

Estorsione in concorso - 2013 ... Gli articoli

  1. Estorsione, esclusa una parte di intercettazioni
  2. Estorsione, al via il processo a Gianlorenzo
  3. Estorsione, Gianlorenzo e De Santis rinviati a giudizio
  4. Estorsione, De Santis rinuncia all'udienza preliminare
  5. Estorsione, Gianlorenzo di nuovo in aula
  6. Il pm Natalini fuori dall'inchiesta
  7. Estorsione, chiusa l'inchiesta su Gianlorenzo e De Santis
  8. Gianlorenzo torna in libertà
  9. Giornalista ai domiciliari, Taormina: "Andiamo in Cassazione"
  10. Paolo Gianlorenzo rimane agli arresti domiciliari
  11. "Minacciare le persone non è nel mio stile"
  12. Giornalista arrestato, duro scontro tra accusa e difesa
  13. Giornalista arrestato, oggi l'udienza al Riesame
  14. "Nessun patteggiamento, avanti fino al processo"
  15. Ascoltato un collaboratore di Gianlorenzo
  16. Gianlorenzo arrestato, è l'ora del Riesame
  17. "Angoscia, ansia e pressioni continue"
  18. Un "meccanismo estorsivo" quasi perfetto
  19. Gianlorenzo, gli avvocati chiedono la revoca degli arresti domiciliari
  20. Il carcere fa bene a Gianlorenzo che dà "segni di ravvedimento"
  21. Paolo Gianlorenzo agli arresti domiciliari
  22. "Un mio rapporto sessuale su un dvd della Procura", ma non è vero
  23. "Non sono un mangiabambini, accompagno i malati a Lourdes..."
  24. Gianlorenzo fa atto di contrizione e contesta le accuse
  25. Gianlorenzo: Mai minacciato la moglie di Battistoni
  26. "Se lasciato libero e privo di contenimenti, può commettere altri reati"
  27. "Attività illecite a ritmo continuo e una marcata pericolosità sociale"
  28. Gianlorenzo pronto a raccattare un lavoro da Berlusconi
  29. "Vedrai che ti succede..."
  30. Arrestato Paolo Gianlorenzo
  31. "Nessun patteggiamento, abbiamo sporto denuncia"
  32. No al dissequestro dei documenti di Gianlorenzo
  33. Gianlorenzo non risponde
  34. Interrogatorio per Gianlorenzo
  35. Estorsione, Gianlorenzo impugna il sequestro dei documenti
  36. Revocati i domiciliari a Samuele De Santis
  37. L'avvocato De Santis interrogato dal pm
  38. De Santis risponde per quattro ore punto su punto
  39. Arrestato l'avvocato Samuele De Santis
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR