Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie D Girone G - Playoff - Viterbese - Olbia: 1-0

I gialloblù soffrono ma conquistano gli ottavi

Condividi la notizia:

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

Sport - Playoff - Viterbese Olbia

Sport – Playoff – Viterbese Olbia 

VITERBESE – OLBIA: 1-0

VITERBESE: Zonfrilli, Perocchi, Pacciardi, Scardala, Dalmazzi, Nuvoli, Faenzi, Giannone, Saraniti, Neglia, Oggiano.
A disposizione: Fadda, Costalunga, Varricchio, Tuniz, Pippi, Assenzio, Morini, Pero Nullo, Fanasca.
Allenatore: Attilio Gregori

OLBIA: Saraò, Doddo, De Cicco, Steri, Peana, Miceli, Brenci, Falasca, Mbaye, Molino, Mastinu.
A disposizione: Sannino, Budroni, Moro, Capuano, Malesa, Ravot, Masia, Franzese, Castellas.
Allenatore: Oberdan Biagioni

ARBITRO: Curti di Milano
ASSISTENTI: Spiniello di Avellino e Lombardi di Castellammare di Stabia
RETI: 92′ (supplementari) Saraniti (V)

– La fotocronaca di Roberto Zena – slide


Partita soffertissima per la Viterbese che ottiene gli ottavi di finale ai supplementari, soffrendo al Rocchi, nell’esordio dei playoff contro l’Olbia, che resta in dieci nel primo tempo, ma che ha sostenuto un’ottima prova, rendendosi più volte pericolosa e mettendo in difficoltà la difesa di casa.

Il gol della qualificazione è di Saraniti che si fa perdonare dopo una prestazione poco brillante.

La gara si è aperta con un minuto di raccoglimento prima dell’inizio della partita per ricordare le vittime della Prima Guerra Mondiale. Entrambe le formazioni sono scese in campo con grande motivazione e, in particolare, l’Olbia ha gestito la palla nei primi cinque minuti.

Al 7′, Mbaye prova la conclusione dai venti metri, ma Zonfrilli blocca in due tempi. Poco dopo replicano i gialloblù con Neglia, che si libera di Doddo, ma è decisivo l’intervento di Miceli che spazza oltre i 16 metri.

Al 14′, prima opportunità per i gialloblù con Oggiano che, dal limite dell’area, calcia alto sopra la traversa. La Viterbese passa all’attacco con una serie di azioni in cui si rende pericolosa, senza però concretizzare. A metà del primo tempo il punteggio si mantiene sullo zero a zero. Ammonito il difensore Miceli per un fallo ai danni di Saraniti.

Al 25′, prima palla gol per l’Olbia con un tiro di testa di Molino, su cross di Doddo, ma Zonfrilli respinge. La palla viene rinviata dalla difesa. Dopo due minuti, occasionissima per la Viterbese, con Saraniti che spreca una palla regalata dalla difesa e al limite dell’area, con Oggiano e Faenzi ben disposti, fa un tiraccio verso l’avversario e sciupa tutto. Diverse le sbavature della difesa sarda che però non vengono sfruttate dai gialloblù.

Oggiano, al 33′, perde palla a metà campo e si innesca il contropiede degli ospiti che si trovano in superiorità, quattro contro tre: Molino, però, si decentra troppo sulla sinistra e perde palla permettendo alla difesa di rinviare. Gialloblù sottotono, in particolare Saraniti, che, spesso, viene ripreso da Gregori.

Brivido per la difesa dell’Olbia con Oggiano che, al 38′, fa un tiro dei suoi con una botta dal limite bloccata a fatica da Saraò che vola sulla sua destra sul secondo palo e mette in angolo.

Dagli sviluppi l’azione si perde. Al 41′, calcio d’angolo dalla destra, palla a Falasca che dal limite calcia di poco a lato. Il primo tempo si chiude dopo un minuto di recupero ed è stato giocato con un certo nervosismo dalle entrambe squadre, con tanti errori in fase di costruzione di gioco, soprattutto nei passaggi semplici.

Al 47′ della ripresa, Saraniti, solo davanti al portiere, spreca un’occasione, gettandosi platealmente in area e rimediando un giallo. De Cicco, al 57′, già ammonito, compie un brutto fallo su Oggiano e si becca la seconda ammonizione per cui viene espulso, l’Olbia rimane in 10. Un minuto dopo, calcio di punizione dalla fascia destra, in linea con il limite dell’area: batte Giannone in area di rigore e Saraò blocca sicuro.

L’Olbia si rende pericolosa, nonostante l’inferiorità, e al 63′, su azione di calcio d’angolo dalla sinistra, Molino effettua un tiro-cross che scheggia l’incrocio dei pali, sorprendendo Zonfrilli, prima di finire sul fondo.

Poco dopo Saraò è bravo a bloccare tra le braccia un tiro di Neglia. Al 68′, calcio di punizione leggermente decentrato sulla sinistra dai venti metri: batte Molino e la barriera devia sul fondo. Nulla di fatto dagli sviluppi del calcio d’angolo. All’80’, Seri solo davanti a Zonfrilli spreca un’occasionissima.

Dall’azione parte il contropiede gialloblù che si conclude con un nulla di fatto. All’82’, grande occasione sui piedi di Neglia che, lanciato da Saraniti, in corsa davanti al portiere, calcia debole e centrale addosso a Saraò che blocca a terra. Prova a rispondere Mastinu che però non riesce a concludere.

L’Olbia prova il tutto per tutto negli ultimi minuti di gara. All’86 prova Nuvoli con un tiro alto sulla traversa. All’89’, Olbia vicinisssima al gol qualificazione, ma Pacciardi salva sulla linea il tiro di Molino. Poco dopo, Neglia dalla fascia sinistra si accentra e calcia bene, trovando la risposta di Saraò. Tre minuti di recupero. All’ultimo minuti di recupero, Assenzio si mangia un gol dopo un cross di Neglia su assist di Saraniti. Si chiude la partita e si va ai supplementari.

La Viterbese sembra soffrire il gioco dell’Olbia che, nonostante un uomo in meno in campo, riesce a tenere testa e a rendersi pericolosa.

La Viterbese parte col piede giusto e al 92′ Giannone batte un calcio di punizione dalla fascia sinistra, sulla tre-quarti in area di rigore, con la palla che stanzia e Saraniti calcia vincente a rete. Saraniti, esausto, esce e lascia spazio a Pippi.

Al 97′, rimessa laterale dalla fascia destra, Pippi supera un avversario e mette in mezzo con Nuvoli che calcia a rete, alto sopra la traversa. Al 100′, calcio d’angolo dalla sinistra e Pippi di testa manda di poco alto sopra la traversa.

Al 108′, Moro prova la conclusione dalla distanza, che finisce fuori di poco alla sinistra di Zonfrilli che controlla la traiettoria. Ancora Moro, al 113′, dalla lunga distanza calcia male direttamente sul fondo. Al 116′, viene espulso l’allenatore dell’Olbia, Biagioni, per proteste. Al 118′ e al 119′, calcio d’angolo dalla sinistra battuto fuori area per Nuvoliche al volo impegna Saraò alla deviazione in angolo. Dagli sviluppi del secondo corner Morini guadagna un calcio di punizione vicino alla bandierina con la palla che finisce direttamente sul fondo.

Partita soffertissima per la Viterbese che ottiene la vittoria ai supplementari, soffrendo al Rocchi nell’esordio dei playoff contro l’Olbia, che resta in dieci nel primo tempo, ma che ha sostenuto un’ottima prova, rendendosi più volte pericolosa e, mettendo in difficoltà la difesa di casa. Il gol della qualificazione è di Saraniti che si fa perdonare dopo una prestazione poco brillante.

La gara si è aperta con un minuto di raccoglimento prima dell’inizio della partita per ricordare le vittime della Prima Guerra Mondiale. Entrambe le formazioni sono scese in campo con grande motivazione e, in particolare, l’Olbia ha gestito la palla nei primi cinque minuti.

Al 7′, Mbaye prova la conclusione dai venti metri, ma Zonfrilli blocca in due tempi. Poco dopo replicano i gialloblù con Neglia, che si libera di Doddo, ma è decisivo l’intervento di Miceli che spazza oltre i 16 metri.

Al 14′, prima opportunità per i gialloblù con Oggiano che, dal limite dell’area, calcia alto sopra la traversa. La Viterbese passa all’attacco con una serie di azioni in cui si rende pericolosa, senza però concretizzare. A metà del primo tempo il punteggio si mantiene sullo zero a zero. Ammonito il difensore Miceli per un fallo ai danni di Saraniti.

Al 25′, prima palla gol per l’Olbia con un tiro di testa di Molino, su cross di Doddo, ma Zonfrilli respinge. La palla viene rinviata dalla difesa. Dopo due minuti, occasionissima per la Viterbese, con Saraniti che spreca una palla regalata dalla difesa e al limite dell’area, con Oggiano e Faenzi ben disposti, fa un tiraccio verso l’avversario e sciupa tutto. Diverse le sbavature della difesa sarda che però non vengono sfruttate dai gialloblù.

Oggiano, al 33′, perde palla a metà campo e si innesca il contropiede degli ospiti che si trovano in superiorità, quattro contro tre: Molino, però, si decentra troppo sulla sinistra e perde palla permettendo alla difesa di rinviare. Gialloblù sottotono, in particolare Saraniti, che, spesso, viene ripreso da Gregori.

Brivido per la difesa dell’Olbia con Oggiano che, al 38′, fa un tiro dei suoi con una botta dal limite bloccata a fatica da Saraò che vola sulla sua destra sul secondo palo e mette in angolo.

Dagli sviluppi l’azione si perde. Al 41′, calcio d’angolo dalla destra, palla a Falasca che dal limite calcia di poco a lato. Il primo tempo si chiude dopo un minuto di recupero ed è stato giocato con un certo nervosismo dalle entrambe squadre, con tanti errori in fase di costruzione di gioco, soprattutto nei passaggi semplici.

Al 47′ della ripresa, Saraniti, solo davanti al portiere, spreca un’occasione, gettandosi platealmente in area e rimediando un giallo. De Cicco, al 57′, già ammonito, compie un brutto fallo su Oggiano e si becca la seconda ammonizione per cui viene espulso, l’Olbia rimane in 10. Un minuto dopo, calcio di punizione dalla fascia destra, in linea con il limite dell’area: batte Giannone in area di rigore e Saraò blocca sicuro.

L’Olbia si rende pericolosa, nonostante l’inferiorità, e al 63′, su azione di calcio d’angolo dalla sinistra, Molino effettua un tiro-cross che scheggia l’incrocio dei pali, sorprendendo Zonfrilli, prima di finire sul fondo.

Poco dopo Saraò è bravo a bloccare tra le braccia un tiro di Neglia. Al 68′, calcio di punizione leggermente decentrato sulla sinistra dai venti metri: batte Molino e la barriera devia sul fondo. Nulla di fatto dagli sviluppi del calcio d’angolo. All’80’, Seri solo davanti a Zonfrilli spreca un’occasionissima.

Dall’azione parte il contropiede gialloblù che si conclude con un nulla di fatto. All’82’, grande occasione sui piedi di Neglia che, lanciato da Saraniti, in corsa davanti al portiere, calcia debole e centrale addosso a Saraò che blocca a terra. Prova a rispondere Mastinu che però non riesce a concludere.

L’Olbia prova il tutto per tutto negli ultimi minuti di gara. All’86 prova Nuvoli con un tiro alto sulla traversa. All’89’, Olbia vicinisssima al gol qualificazione, ma Pacciardi salva sulla linea il tiro di Molino. Poco dopo, Neglia dalla fascia sinistra si accentra e calcia bene, trovando la risposta di Saraò. Tre minuti di recupero. All’ultimo minuti di recupero, Assenzio si mangia un gol dopo un cross di Neglia su assist di Saraniti. Si chiude la partita e si va ai supplementari.

La Viterbese sembra soffrire il gioco dell’Olbia che, nonostante un uomo in meno in campo, riesce a tenere testa e a rendersi pericolosa.

La Viterbese parte col piede giusto e al 92′ Giannone batte un calcio di punizione dalla fascia sinistra, sulla tre-quarti in area di rigore, con la palla che stanzia e Saraniti calcia vincente a rete. Saraniti, esausto, esce e lascia spazio a Pippi.

Al 97′, rimessa laterale dalla fascia destra, Pippi supera un avversario e mette in mezzo con Nuvoli che calcia a rete, alto sopra la traversa. Al 100′, calcio d’angolo dalla sinistra e Pippi di testa manda di poco alto sopra la traversa.

Al 108′, Moro prova la conclusione dalla distanza, che finisce fuori di poco alla sinistra di Zonfrilli che controlla la traiettoria. Ancora Moro, al 113′, dalla lunga distanza calcia male direttamente sul fondo. Al 116′, viene espulso l’allenatore dell’Olbia, Biagioni, per proteste. Al 118′ e al 119′, calcio d’angolo dalla sinistra battuto fuori area per Nuvoliche al volo impegna Saraò alla deviazione in angolo. Dagli sviluppi del secondo corner Morini guadagna un calcio di punizione vicino alla bandierina con la palla che finisce direttamente sul fondo. Al 120′, cross dalla destra e Pippi di testa manda alto di poco sopra la traversa.

La squadra di Gregori centra l’obiettivo degli ottavi di finale e si prepara alla prossima sfida che sarà giocata domenica 31 maggio sempre al Rocchi.


Condividi la notizia:
24 maggio, 2015

Campionato Viterbese 2014/2015 ... Gli articoli

  1. I Gialloblù dicono addio ai playoff
  2. Gialloblù ancora avanti, ma che sofferenza!
  3. I Gialloblù salutano la stagione con un pareggio
  4. I Gialloblù chiudono al Rocchi con un poker
  5. Solo un pari per i Gialloblù, la Lupa festeggia
  6. I Gialloblù vincono e blindano il secondo posto
  7. La cura Gregori fa risorgere i Gialloblù
  8. Brutto stop per i gialloblù
  9. Vittoria facile per i gialloblù che dilagano
  10. I gialloblù vincono ma non convincono
  11. Gialloblù sottotono non vanno oltre il pareggio
  12. La "cura" Ianni fa bene ai Gialloblù
  13. Gialloblù inconcludenti, il sogno svanisce
  14. Altro passo falso dei Gialloblù, la Lupa scappa
  15. I gialloblù non riescono nell'impresa e pareggiano
  16. I Gialloblù dilagano, la Lupa è più vicina
  17. Superato l'ostacolo sardo, i Gialloblù pensano già alla Lupa
  18. I Gialloblù "scippano" tre punti in terra sarda
  19. Gialloblù messi alle corde al Rocchi
  20. Gialloblù miracolati, continua la caccia alla Lupa
  21. Gialloblù, pareggio d'oro sul filo del rasoio
  22. I gialloblù soffrono, ma conquistano il settimo sigillo
  23. I Gialloblù resuscitano sul finale e tornano col bottino pieno
  24. Gialloblù con il fiato sul collo della Lupa
  25. Gialloblù: espugnato l'Anco Marzio, la vetta è più vicina
  26. Gialloblù ottimi e abbondanti
  27. Gialloblù in rincorsa, ma con l'affanno
  28. I Gialloblù fanno cinquina e tornano a crederci
  29. Gialloblù belli, combattivi e sfortunati
  30. Saraniti trascina i Gialloblù sempre più in alto
  31. Gialloblù, arriva la prima vittoria in trasferta
  32. Gialloblù, prima lo shock poi la rimonta in affanno
  33. Gialloblù, tanta grinta ma con la capolista non basta
  34. I Gialloblù cadono in terra sarda
  35. Gialloblù, bottino pieno in rimonta
  36. Gialloblù coriacei conquistano un punto in trasferta
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR