Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Bilancio - Troili propone il 50% - Il Pd del 20%

Compensi giunta e consiglieri, è sfida sui tagli

Condividi la notizia:

Bagnaia - Il passaggio pedonale - Arduino Troili

Arduino Troili 

Viterbo – Mille modi per utilizzare i gettoni di presenza dei consiglieri comunali, ma pure i compensi di sindaco, assessori e presidente del consiglio.

C’è l’opposizione che chiede di “lavorare gratis” fino a dicembre e individuare una destinazione precisa per la somma risparmiata, almeno 60mila euro.

Ma in occasione del bilancio, idee su come investire i rimborsi, non mancano.

Sempre che il consiglio comunale voti di autotagliarsi quanto dovuto. E legittimamente percepito.

Nel Partito democratico, Arduino Troili ha presentato tre emendamenti. Uno prevede l’abolizione totale dei gettoni di presenza nelle commissioni e un taglio del 50 per cento alle remunerazioni di sindaco, assessori e presidente del consiglio. Una provocazione?

Una spending review dei costi per la politica la propone, seppure in modo più soft, l’intero Partito democratico.

Altro emendamento, altra percentuale di taglio. Si propone di ridurre della metà i costi per le commissioni e del venti per cento quelli di sindaco, assessori e presidente del consiglio.

Con i gettoni di presenza, poi, Paolo Moricoli (Viterbo bene comune), sempre con un emendamento, vorrebbe finanziare la riduzione dei costi per i buoni mensa.

Tante idee, forse però occorre farei conti con gli osti, consiglieri, assessori, sindaco.

Tra gli emendamenti proposti dal centrosinistra ce n’è uno in tandem Democratico Volpi – Troili per spostare le spese legali non utilizzare su iniziative culturali nelle frazioni.

Con un altro, si trovano fondi necessari a riparare le strade, quindi i 140mila euro derivanti dalla tassa di soggiorno.

“Con un emendamento – spiega Troili – s’impegna il consiglio a utilizzarli in ambito culturale. Si tratta di un emendamento aperto, in quanto la destinazione è da decidere insieme”.

Quindi la doppia proposta di Christian Scorsi (Pd) per sistemare i lavatoi, in particolare quello in via Signorelli e un’area di sosta per i camper in viale Buozzi.

C’è poi Viva Viterbo che guarda a santa Rosa e alle minimacchine. Un contributo alle realtà di centro, Pilastro e santa Barbara, utilizzando i proventi dell’avviso per le tribune e i biglietti del trasporto.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
16 agosto, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR